logo

Documento a cura del
Progetto Melting Pot Europa
web site: http://www.meltingpot.org

redazione@meltingpot.org

Home » Cittadinanze » Notizie, approfondimenti, interviste e appelli

La Staffetta ‪#‎overthefortress‬ in Grecia sull’isola di Samos

31 dicembre 2015

Da martedì 29 dicembre ha ripreso ad essere operativa la staffetta #overthefortress: questa volta il gruppo formato da attivisti dello Spazio Autogestito Grizzly di Fano e del Laboratorio sociale Fabbri di Fabriano, entrambi centri sociali marchigiani, ha deciso di recarsi in Grecia, sull’isola di Samos.

In questa piccola isola del Mar Egeo il numero di persone sbarcate nel 2015 è stato di 73.604 (fonte UNHCR al 30.12.2015). Sull’isola si trovano varie associazioni e singoli volontari e volontarie provenienti da ogni parte del mondo che si sono attivate per rendere meno tragico l’arrivo e la breve permanenza dei tanti migranti che approdano tutt’ora.
Il compito della staffetta, oltre a quello di portare beni di prima necessità sarà anche quello di partecipare attivamente alla vita del campo di accoglienza (distribuzione di vestiti asciutti, cucina, attività ricreative per i bambini, ecc…) e di documentare la situazione generale, il comportamento delle istituzioni e parlare con gli abitanti di Samos.

Breve report della prima giornata:

In questa prima giornata, accolti da Valentina, abbiamo conosciuto alcuni dei volontari presenti sull’isola e la struttura organizzativa di base che coordina soprattutto la prima accoglienza di chi arriva dalle coste turche e non solo. Il gruppo di cui facciamo parte è composto da singoli o piccoli gruppi di persone indipendenti e autorganizzate non legate a nessun tipo di ONG.
Sull’isola ci sono comunque Medici Senza Frontiere e altre associazioni, come la Croce Rossa, che si occupano dell’assistenza sanitaria e della distribuzione di cibo e generi di prima necessità. La nostra struttura di volontari è coordinata da Elena Housni, l’assistente del sindaco di Samos, che si è caricata sulle spalle gran parte del lavoro iniziale e che ha reso possibile la creazione della struttura. I volontari che ne fanno parte si occupano principalmente della distribuzione dei vestiti al porto, dove c’è il campo di primo soccorso e dello smistamento delle donazioni che arrivano alla “warehouses”, una sorta di magazzino poco fuori città.
Domani e per tutta la nostra permanenza inizieremo a partecipare attivamente al lavoro dei volontari e vi terremo aggiornati con resoconti e interviste.

- Leggi tutti gli articoli della Staffetta #overthefortress