Espulsione – Autorizzazione al rientro degli espulsi – Schema 1

Il sottoscritto XX, cittadino moldavo, nata a ….. (Repubblica Moldava) il 18.01.67, in possesso di passaporto n…. in corso di validità (doc.1), residente in…., Moldavia

PREMESSO

che nel marzo – aprile 2001 la Prefettura di Venezia decretava l’espulsione del sottoscritto dal territorio italiano, unicamente in ragione della sua condizione irregolare di soggiorno. Tale ordine è stato ottemperato spontaneamente, mediante uscita dal valico di frontiera di ……, in data……;
che il sottoscritto è coniugato con la Sig.ra XY, cittadina moldava (Doc. 2), la quale attualmente vive e lavora in Italia, in qualità di badante, in seguito alla regolarizzazione (Doc. 3) della propria posizione di soggiorno in Italia usufruendo della sanatoria prevista e regolata dal D.L. 195/02, convertito nella L. 189/02;
che i Sigg.ri XX e XY hanno una figlia minore, YY, attualmente convivente in Moldavia con il padre, ed inserita nel passaporto dello stesso;
che, in particolare, la Sig.ra XY assiste la Sig.ra MM presso la di lei abitazione in Mestre – Venezia, Via ….., sulla base di un contratto di soggiorno per lavoro domestico stipulato con il figlio della Sig.ra MM (Doc. 4), percependo la somma di € 830,00 mensili (Doc. 5);
che i coniugi XX e XY predetti intendono stabilire la propria residenza in Italia, e convivere nell’abitazione di proprietà del sig. NP, in Mestre – Venezia, ….., che risulta idonea ad ospitare un massimo di 5 persone, come risulta dal certificato allegato (Doc. 6);
che, al riguardo, il Sig. NP, ha già dichiarato la propria disponibilità a concedere in comodato gratuito l’abitazione di cui al punto precedente ai coniugi XX e XY ed alla loro figlia, fino a quando non siano in grado trovare altro idoneo alloggio (Doc. 7);
che, a fronte di quanto suesposto, l’unico elemento ostativo al rilascio del permesso di soggiorno a favore dello scrivente consiste nel succitato provvedimento di espulsione; lo stesso dispone, infatti, di tutti gli altri requisiti prescritti dalla legge italiana ai fini del rilascio del permesso di soggiorno per motivi familiari;
che copia della presente istanza, a seguito dell’inoltro presso l’Ufficio Consolare adito, verrà inoltrata dalla Sig.ra XY, che a tal fine sottoscrive anche la presente, presso la Questura e la Prefettura di Venezia, al fine di dare contemporaneo corso alla procedura di autorizzazione alla ricongiunzione del coniuge;
Tutto ciò premesso il sottoscritto, confidando che si vorrà favorevolmente considerare le esigenze di unità familiare sopra evidenziate, nonchè opportunamente verificare l’inesistenza di qualsivoglia indizio di pericolosità sociale nei confronti dello scrivente

CHIEDE

A Codesta Autorità di Voler rilasciare a suo favore la speciale autorizzazione al rientro in Italia ai sensi dell’art.13, comma 13, del Dlgs. n. 286/98, al fine di poter ricongiungersi con la propria moglie, sig.ra XY, residente in Italia.

Si producono i seguenti documenti:
Copia passaporto istante.
Copia certificato di matrimonio.
Copia carta richiesta di emersione dal lavoro irregolare.
Copia contratto di soggiorno per lavoro domestico.
Copia dichiarazione di NP del 22.07.03.
Copia certificazione del Servizio tecnico del Comune di Venezia.
Copia dichiarazioni di ospitalità per XX e XY.
identità e certificato di residenza del Sig.ra MM.
Copia buste paga della Sig.ra XY.
Con osservanza

X>

Sottoscrive la presente istanza la Sig.ra XY per integrale adesione alle richieste formulate dal coniuge e per far constare che quanto sopra viene dichiarato anche dalla medesima sotto la propria responsabilità ad ogni effetto di legge.

XY