da Helsingin Sanomat - International edition online - del 18 marzo 2004

La Finlandia rigetta quasi tutti i richiedenti asilo

Traduzione di Neva Cocchi

Quasi tutti i richiedenti asilo slovacchi immigrati durante quest’anno in Finlandia si sono visti rifiutare la domanda di status di rifugiato.

Sono più di 200 i cittadini slovacchi di minorità Rom o Gipsy che hanno inoltrato domanda d’asilo politico in Finlandia durante l’anno in corso.

Secondo le dichiarazioni di Matti Heinonen del Direttorato Immigrazione, a quasi tutti è stata rifiutata tale richiesta. Molti di questi hanno già fatto domanda d’asilo verso la Finlandia in precedenza e il 40% di loro ha inoltrato domanda anche ad una altro stato dell’UE.

Ieri (18 marzo) altre 50 persone richiedenti asilo erano attese in Finlandia. La polizia finlandese si era anticipatamente organizzata per prepararsi a respingerle nel modo meno costoso.

Secondo la legge finlandese, se l’ingresso è rifiutato, il trasportatore con cui gli stranieri giungono in Finlandia deve assicurare il rimpatrio nel paese d’origine. A tal riguardo sono in corso discussioni con la compagnia area ceca che la maggior parte dei cittadini slovacchi ha usato per viaggiare.

Jaakko Heinilla del Dipartimento di Polizia di Helsinki spiega che l’idea è di respingere il più velocemente possibile queste persone in modo da scoraggiare richieste d’asilo senza speranza.

Un’altra probabile soluzione è quella di affittare un volo charter per il rimpatrio.

I cittadini Rom provenienti dalla Slovacchia sono considerati come immigrati per ragioni economiche, anche se ci sono state proteste per forti discriminazioni nel paese d’origine.
La differenza degli standard di vita tra la Slovacchia e la Finlandia è così elevata che i soldi riconosciuti ai richiedenti asilo dai Centri di accoglienza per rifugiati durante il periodo di soggiorno in Finlandia sono un incentivo economico considerevole una volta tornati in Slovacchia.

I richiedenti asilo provengono solitamente dalle stesse zone o villaggi della Slovacchia, da cui prendono la corriera per Praga e da lì prendono voli per la Finlandia.

Nel 2003 un totale di 3184 persone ha inoltrato domanda d’asilo in Finlandia. Secondo il Direttorato Finlandese per l’Immigrazione a 2433 di loro è stato rifiutato il riconoscimento di status di rifugiato, gli è stato negato sia l’asilo che un permesso di soggiorno.