Napoli – Diritti sociali e diritti di cittadinanza contro la guerra

Manifestazione lunedi 31 maggio

Infatti la condizione di queste centinaia di persone che scappano da guerre e
conflitti in Sierra Leone, in Liberia, In Ghana e sono costretti da leggi assurde al
lavoro nero, ad attese di anni per la valutazione della domanda d’asilo, a vivere fino a
trenta in uno scantinato, è l’altra faccia della guerra infinita che il governo Berlusconi
conduce al fianco di Blair e Bush. Così vengono destinate alle spese miliari (per
opprimere i popoli del mondo) le risorse che invece potrebbero rendere la nostra
società più aperta e garantista verso “indigeni” e immigrati.

E per questo, per un
nuovo modello di cittadinanza sociale, che parte dal diritto al soggiorno, ma anche
dalla casa, dal reddito e da un lavoro vero per tutti, che manifesteremo al fianco dei
migranti contro quelle questure che non ne riconoscono nemmeno “l’esistenza” (Per
la questura di Napoli i rifugiati sul territorio sono solo 22 e le altre centinaia sono
“fantasmi” senza diritti).

Il 31 maggio sarà la nostra “festa della repubblica”, una repubblica che non è stata
ancora creata, dove l’economia lavora per l’uomo e non viceversa, una repubblica
senza parate militari!

MANIFESTAZIONE
Lunedi’ 31 maggio ore 10.00
Piazza Garibaldi – Napoli

Ore 13.00 – Piazza Plebiscito – CONFERENZA STAMPA

Aderiscono:
Rete Immigrati in Movimento di Napoli, Le comunità di migranti e rifugiati politici di Caserta , Less, Assopace, Comitato Napoli contro la Guerra, Rete campana per il reddito sociale, Cobas, Prc, CGIL-Na, Disoccupati autorganizzati di Acerra,
Coordinamento di Lotta per il lavoro, UDN, Movimento disoccupati di Napoli, Movimento dei/delle disobbedienti, Laboratorio occupato Insurgencia, Lab occupato Ska