/

tratto da Fandango Libri

Libri – “Frontiera sud”

di Stefano Simoncini - Fotografie di Giancarlo Geraudo

Il libro:

L’opera è il frutto di un’inchiesta sull’immigrazione condotta in un percorso tra Spagna e Marocco che, a partire da Madrid, ha toccato le località di Almeria, Tarifa, Algeciras, Ceuta, Tangeri, Larache, Rabat. Il viaggio compiuto è un percorso a ritroso, che nelle intenzioni degli autori ha il senso di una raccolta paziente di piccoli frammenti significativi, di “documenti umani”, per dirla con una vecchia espressione. Le tappe prescelte nell’itinerario si prestano infatti a una rappresentazione complessa e unitaria del periplo migratorio e delle politiche che lo ostacolano. Le immagini fotografiche intendono rompere con un certo cliché di rappresentazione dell’immigrato e della sua condizione cercando di restituire non soltanto lo smarrimento dell’esule e la concitazione del transfugo, ma anche la dimensione dell’attesa che innerva la sospensione delle vite dei migranti.

Gli autori:

Stefano Simoncini: Vive e lavora a Roma. Dopo la formazione da storico modernista presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, ha svolto attività di ricerca sulla storia del pensiero e della mentalità religiosa occidentale tra Quattrocento e Settecento, pubblicando su numerose riviste e per editori come Laterza. Ha collaborato per diversi anni come editor preso le case editrici Treccani e Luca Sossella, avviando nel contempo la propria attività giornalistica come freelance su temi di storia contemporanea e geopolitica.

Giancarlo Ceraudo: fotografo, vive a Roma. Si dedica al reportage di viaggio e d’inchiesta. Nell’ambito di un ampio progetto sulle frontiere, ha realizzato lavori soprattutto in Sud America e Medio Oriente, quali I colori di Beirut; il deserto delle torture; il carnevale di Oruro; I Mennoniti; Scene argentine, Uruguay dimenticato; Patagonia, ai confini del mondo (buona parte dei quali pubblicati da “L’Espresso”).