da Globalproject.info del 24 dicembre 2005

Trento – ONE: Ogni Nessuno Esiste, incursione degli invisibili in città

One: Ogni Nessuno Esiste.
È il progetto che ha preso corpo la notte del 23 dicembre nelle vie del centro storico di Trento.
Pagine attaccate sui muri. Su carta di giornale, facce che ci guardano, occhi che ci scrutano.
Quelli che di solito cerchiamo di non vedere. Quelli di cui ci accorgiamo solo quando sono protagonisti della cronaca nera.
I promotori dell’inedito evento di comunicazione, che vorrebbe essere una scossa elettrica in mezzo al furioso consumismo prenatalizio, raccontano così la loro idea di restituire un volto ai veri volti di alcuni senzatetto di Trento.
“Prima ci siamo noi, poi gli altri. Spesso invisibili. Quelli che vediamo, ma non ci facciamo caso. Fanno parte del panorama quotidiano. Come un lampione o un semaforo o le vetrine dei negozi. Le loro facce non le conosciamo, nessuno di noi saprebbe descriverle e raccontarle. Occhi che vedono come i nostri, corpi che faticano, orecchie che ascoltano,nasi che fiutano, bocche che imprecano. E poi mani che accarezzano, chiedono, regalano. Anche loro, come ognuno di noi. Ma nessuno di noi dormirebbe su una panchina, d’inverno, con un pezzo di cartone per coperta. Nessuno? Ogni nessuno esiste. Ha un nome e un cognome, una storia, una vita. Come noi. ONE. Solo un numero. Da lì si comincia a contare, da lì si potrebbe cominciare a contare. Perché da qualche parte bisogna pur iniziare. Magari da quello che più conta: il diritto di esserci. Tutti.”

Vai all’articolo originale