/

Cpt di Gradisca: bimba di 8 mesi ferita dal lancio di lacrimogeni

Lettera aperta di Melting Pot Europa per denunciare quanto è avvenuto all’interno del Cpt di Gradisca.

Ciò che è avvenuto all’interno del Cpt di Gradisca, la sera del 23 settembre, è una delle vicende più gravi mai accadute nella drammatica storia dei centri di detenzione.

La terza rivolta scoppiata nel giro di pochi giorni all’interno del centro, dimostra come la situazione di queste strutture sia oggi più che mai insostenibile, il processo di “umanizzazione” è più che mai fallito.

Le forze dell’ordine, intorno alle ore 22.00, sono intervenute per sedare la rivolta dei migranti detenuti nel centro con un fitto lancio di lacrimogeni.
Questo è inaccettabile.
Solo dopo due ore è stato possibile l’intervento delle ambulanze giunte nei pressi del Cpt già circondato dalle forze dell’ordine.

A fare le spese di questa vicenda, che fa emergere con chiarezza tutta la violenza che ruota intorno all’esistenza di questi centri, una bambina di otto mesi, ricoverata per intossicazione in una vicina struttura ospedaliera.

Denunciamo l’accaduto come inaccettabile ed esprimiamo indignazione per ciò che è successo.
Denunciamo la necessità di chiudere queste strutture perché non si verifichino più simili episodi.
Troppi episodi ci stanno consegnando una realtà drammatica: le fughe e le rivolte che in questa estate hanno animato il Cpt di Bari e il pestaggio avvenuto ai danni di un migrante all’interno del Cpt di Modena.

Facciamo appello a tutti gli organi dell’informazione perché sia rotto il silenzio nel quale è avvolta la vicenda e perché i fatti di Gradisca possano essere portati, con il giusto risalto, all’attenzione dell’opinione pubblica: tanto grave è quanto accaduto!

La redazione di Melting Pot Europa

Per sottoscrivere la lettera invia una mail a
redazione@meltingpot.org
Adesioni

Gradisca d’Isonzo – Rompiamo il silenzio: commenti e riflessioni nelle parole di chi si indigna

Leggi gli articoli:
Le rivolte che mettono a nudo la verità
Cpt, già rimpatriati 50 egiziani
Sommossa al Cpt di Gradisca – Intossicata dai lacrimogeni una bambina di otto mesi
Se questa è una bambina – Comunicato stampa del Consigliere regionale del Friuli Venezia Giulia, Alessandro Metz
Nuova rivolta al Cpt, bimba intossicata
Sommossa al Cpt sedata con lancio di lacrimogeni
Modena – Detenuto pestato da quattro agenti nel CPT
Bari – Un’estate tra rivolte, fughe e respingimenti alla frontiera