Per la libertà di movimento, per i diritti di cittadinanza
/

Roma – Per una critica della cittadinanza: movimenti sociali e pratiche di riappropriazione

La promessa della cittadinanza come un dispositivo di “successione etnica” è la formula con la quale viene indicato, in particolare negli USA, il processo di integrazione delle generazioni di migranti successive alla prima. La cittadinanza viene infatti costruita come un “premio” di cui ci si è resi meritevoli, o di cui si sono resi meritevoli i padri con il loro lavoro. Il tempo è una componente essenziale di questo dispositivo di successione capace di dilatare gli spazi: per cui i confini attraversati dalle migranti e dai migranti si imprimono sulle biografie dei loro propri figli e dei loro propri nipoti. I tempi di attesa necessari a conquistarsi il nuovo status giuridico fanno eco ai tempi trascorsi nei centri di permanenza temporanea che costellano i confini e gli spazi dell’Europa, mostrando come sia un confine senza soluzione di continuità quello che segna le biografie della successione generazionale.

Alla promessa di integrazione i movimenti sociali della cosiddetta “seconda generazione” hanno sostituito la rivendicazione della cittadinanza come pratica di riappropriazione. La costruzione di spazi di appartenenza transnazionale – sui due lati dell’oceano attraverso cui si distende la Almighty Latin Kings and Queens Nation, così come nelle banlieu parigine o nell’esperienza della rete delle Seconde Generazioni che ha preso vita dal web per arrivare in tutte le città italiane – ha licenziato quella che era stata definita come una doppia assenza per trasformarsi in una doppia appartenenza che contesta ogni integrazione subalterna e che, attraverso la costruzione di immaginario condiviso, mette finalmente in campo una nuova possibilità per la cittadinanza.

Di tutto questo si parlerà a Roma, sabato 8 marzo:

– Ore 10-14
presso l’Università degli Studi di Roma Tre – via Ostiense 139

Incontro dibattito:
Per una critica della cittadinanza: movimenti sociali e pratiche di riappropriazione

Luca Queirolo Palmas Sociologo – Università di Genova
Roberto Faure e Paolo Languasco Avvocati – Ass. Città Aperta Genova
Latin Kings – Genova Rete Seconde Generazioni – Roma
coordina Enrica Rigo – Dipartimento di Storia e
Teoria generale del Diritto

– Ore 17
la giornata proseguirà presso il Centro Sociale Sans Papiers via Carlo Felice 69/b

Presentazione del libro:
Hermanitos.
Vita e politica della strada dei giovani latinos in Italia

con Luca Queirolo Palmas e Latin Kings – Genova
coordina Roxana Perleche Garcia

info: libermovimento@gmail.com

Vai alla presentazione del libro