Un macabro bilancio: ecco il numero dei morti accertati alle frontiere greche negli ultimi mesi

da un rapporto del gruppo Noborder Lesbos

Morti alle frontiere greche ottobre 2009-gennaio 2010

Questo è il solo report sulle morti di cui si è venuti a conoscenza.
Solo quando le persone sopravvivono e ne parlano o quando i corpi sono trovati la morte può venire raccontata.

27.10.2009 – A Lesbo 8 migranti afgani affogano quando il loro motoscafo di legno si sfracella contro uno scoglio a pochi metri dalla spiaggia di korakas. Muoiono cinque bambini, due donne e un uomo.

7.11.2009 – Sulla spiaggia di Bodrum (Turchia) vengono ritrovati i copri senza vita di sei bambini palestinesi tra i due e i dodici anni. La barca sulla quale 19 migranti palestinesi stavano viaggiando verso l’isola greca di Kos si è ribaltatoa 500 metri prima di raggiungere la Grecia.

11.12.2009– Muoiono due migranti dopo il naufragio di una barca vicino l’siola di Lero. I marinai ritrovano 25 migranti su uno scoglio insieme ai corpi dei due morti.

Dicembre 2009 – Gennaio 2010 – Dieci migranti muoiono ad Evros

31 12.2209 – 5.1.2009 – i corpi senza vita di dieci migranti vengono ritrovati tra le spiagge di Alexandroupolis e Rodopi al Nord della Grecia. Il primo cadavere viene ritrovato sulla spiaggia di Alexandroupolis il 31.12.2009. Il 2.1.2010 Il limeniko (greek harbour police) trova due cadaveri sulla spiaggia di Kiani Akti (golden beach) di Makri ad Alexandroupoli. Sono il corpo di un uomo e quello di una donna. Lo stesso giorno vengono ritrovati due uomini senza vita nelle aree di Proton e Imero a Rodopi. Il 4.1.2010 vengono rinvenuti i cadaveri du una donna molto giovane e di un uomo vicino Alexandroupolis. Il 5.12.2010 vengono ritrovati i corpi di altri due uomini.

Il più grave incidente riportato è quello accaduto il 10.12.2007 a Smirne, quando 70 migranti morirono e molti altri risultarono dispersi.

Dal 1994, in Grecia è stata registrata la morte di 492 migranti irregolari annegati nell’Egeo. 823 migranti risultano dispersi: si tratta di 1315 morti riconosciuti causati dalla fortezza Europa.

Nello stesso periodo è accertato che 82 persone sono state uccise dalle mine che si trovano nella regione di Evros a Nord della Grecia.

Per altre informazioni

http://www.clandestina.org/indexa_e.html