Linee di resistenza. Rassegna di Arte e impegno civile

Ancona – “Fortezza Europa”. Incontro con Mimmo Candito (Reporter sans frontieres)

Viaggi migratori e controllo delle frontiere europee

Linee di resistenza
Rassegna di Arte e impegno civile

Venerdì 8 Ottobre 2010 – Ore 19.00
Casa delle Culture, V. Vallemiano 46 – Ancona

Fortezza Europa
Viaggi migratori e controllo delle frontiere europee

Ospite principale della serata:
Mimmo Càndito (Presidente di Reporters sans frontières – Italia)

Guerra e flussi migratori, vita all’ombra delle frontiere, metodi di controllo, respingimenti, riammissioni, detenzione. Alla casa delle Culture di Ancona si parla di “Fortezza Europa: viaggi migratori e controllo delle
frontiere europee”
.

Venerdì 8 ottobre, alle ore 19, verrà inaugurata la mostra fotografica “Il Limbo – Volti e luoghi dalla frontiera sud” di Mattia Santini, Marco Benedettelli, Gilberto Mastromatteo e Claudio Zerbetto, accompagnata, alle ore 20, da un aperitivo biologico a cura del Circolo Equo & Bio.

Alle ore 21, attraverso filmati, fotografie e gli interventi dei relatori ci si calerà negli scenari dell’immigrazione contemporanea, con un’attenzione
particolare alla realtà del porto di Ancona, una delle principali porte d’entrata della rotta adriatica dell’immigrazione.
Ospite dell’incontro è Mimmo Càndito, presidente di Reporter sans frontières – Italia, inviato di guerra per la Stampa, massmediologo e scrittore, che spiegherà il collegamento fra guerre contemporanee e flussi migratori.
Intervengono i giornalisti Marco Benedettelli e Gilberto Mastromatteo, collaboratori di Nigrizia Multimedia, Il Manifesto, Avvenire, Il Fatto Quotidiano, con una serie di documenti e di filmati raccolti lungo i loro reportage dalla frontiera sud, dove i migranti vivono in una sorta di limbo, attendendo di entrare nella fortezza Europa.

Partecipa Valentina Giuliodori per l’Osservatorio Faro sul porto di Ancona, che svolge un lavoro di monitoraggio fra le banchine dello scalo dorico, meta dei migranti Afgani, Curdi e dell’Africa Orientale, con un intervento focalizzato sulle testimonianze raccolte nel libro “Il porto sequestrato”.

Chiude l’incontro l’antropologo Filippo Furri (Università di Montreal, EHESS Parigi), collaboratore di Migreurop, con una relazione sulla “sindrome di Ulisse” che investe i migranti nel loro viaggio della disperazione, e sui meccanismi di esclusione dell’Europa, simile in certi aspetti per impenetrabilità burocratica al Castello di Kafka. Nel corso della serata sarà presentato il trailer di “Locked in Limbo”, documentario prodotto da Nigrizia Multimedia. Saranno anche proiettati estratti dal video “Welcome. Indietro non si torna”Progetto Melting Pot Europa e, inoltre, un filmato inedito che mostra le procedure di interrogatorio e riammissione in Grecia di un migrante irregolare intercettato dalla Polizia Marittima nel porto di Ancona.