a cura di Nicola Grigion

La procedura di iscrizione al test di lingua italiana per il rilascio del Permesso UE per soggiornanti di lungo periodo

Le schermate del sito www.testitaliano.interno.it

1-9.jpg

Gli stranieri che richiedono il rilascio del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo, per sé e per i suoi familiari, devono esibire anche un certificato che certifichi una conoscenza della lingua italiana corrispondente al livello A2 del quadro comune di riferimento europeo.

Consulta le schede:
Scheda pratica – Il permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo
Scheda pratica – Permesso di Soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo – Il test di lingua italiana

La presentazione della domanda

_
L’iscrizione al test di lingua dovrà essere inoltrata per via telematica alla prefettura della provincia dove ha il domicilio chi presenta la domanda di svolgimento del test, collegandosi al sito www.testitaliano.interno.it (che in realtà rimanda al portale “nullaostalavoro.interno.it utilizzato per la compilazione delle altre istanze) e compilando il modulo di domanda.

Il perfezionamento della procedura

L’istanza presentata on line viene acquisita dal sistema e trasferita alla prefettura competente. Se la domanda risulta regolare, la prefettura convoca il richiedente entro 60 giorni dall’istanza, sempre per via telematica, indicando giorno, ora e luogo del test. In caso di irregolarità o mancanza di requisiti il sistema genera automaticamente e invia al richiedente una comunicazione con l’indicazione dei requisiti mancanti per consentire la rettifica delle informazioni.

I risultati del test

Il risultato del test, consultabile da parte del richiedente su www.testitaliano.interno.it, viene inserito nel sistema a cura della prefettura competente, che lo mette a disposizione attraverso web service alla questura per le verifiche finalizzate al rilascio del permesso di soggiorno di lungo periodo.

Dopo il test
Qualora il risultato del test sia negativo, o in caso di assenza ingiustificata, potrà essere presentata una nuova domanda per sostenere l’esame, non prima di 90 giorni dalla data del test precedente.
In questi casi, qualora il richiedente abbia già presentato istanza di Pds CE di lungo periodo, la Questura procederà con la notifica del rigetto dell’istanza.
Solo qualora il richiedente comunichi preventivamente, alla Prefettura, la necessità di spostamento della data del test, oppure consegni, entro il giorno previsto per l’esame, documentazione utile a certificare lo stato di malattia, lo Sportello Unico provvederà a fissare una nuova data prima dei 90 giorni.
E’ pertanto consigliabile sostenere il test prima della presentazione della domanda per il rilascio del titolo di soggiorno

Di seguito le schermate della procedura di iscrizione da seguire sul sito www.testitaliano.interno.it.

Scarica in formato pdf]
Test di italiano – La procedura di iscrizione