dal Corriere del Ticino del 2 marzo 2011

“I rifugiati vanno accolti”

È l'appello di Frontex - Tutti i Paesi UE devono aiutare

Per l’agenzia di frontiera europea Frontex l’opzione del respingimento di immigrati o rifugiati dal Nord Africa è esclusa. Lo ha detto il responsabile di Frontex Ilka Laitinen in una conferenza stampa a Malta in chiusura di una riunione di emergenza per trovare modi e soluzioni alla crisi umanitaria scoppiata con la rivolta in Libia.

Laitinen ha affermato che spetta a tutti i paesi membri dell’Unione Europea di mandare risorse nel Mediterraneo per assistere l’Italia, Malta e la Grecia nell’affrontare l’emergenza e tutti i possibili scenari di un esodo di immigrati e rifugiati dal Nord Africa. «Chiediamo solidarietà in tutti i sensi sia finanziaria e di assetti militari di essere inviati nel Mediterraneo per assistere gli stati membri come l’Italia, Malta e la Grecia in questa crisi», ha detto Laitinen. Rispetto alle cifre fornite dal ministro dell’Interno italiano Roberto Maroni di circa 1,5 milioni di persone in attesa di attraversare il Nord Africa verso l’Europa, Laitinen ha risposto che per adesso sono cifre «speculative» perché sono cifre date dall’Organizzazione internazionale dell’immigrazione (Iom).

Da parte sua il ministro degli Interni di Malta, Carmelo Mifud Bonnici, ha affermato che questo scenario è «completamente nuovo e non ha niente a che fare con i flussi migratori a cui eravamo abituati».