Decreto Legge n. 5 del 9 febbraio 2012 – Decreto Semplificazioni

Le novità per i lavoratori immigrati contenute nella legge sulle "semplificazioni"

Pubblicato in Gazzetta ufficiale n. 82 del 6 aprile 2012 il Decreto Legge n. 5/2012 contenente disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo.

Le principali novità in materia di immigrazione riguardano l’assunzione dei lavoratori stagionali che, a seguito del primo ingresso, potranno usufruire del meccanismo di silenzio-assenso per i successivi ingressi.

Se lo Sportello Unico per l’Immigrazione non risponde entro venti giorni alla richiesta presentata dal datore di lavoro, questa “si intende accolta” e quindi al lavoratore può essere rilasciato subito il visto d’ingresso per l’Italia. Inoltre, finito un contratto, un lavoratore potrà firmarne subito un altro e rinnovare il permesso di soggiorno rimanendo in Italia fino a un massimo di nove mesi.

Il DL semplificazioni ribadisce, inoltre, la dismissione del contratto di soggiorno, modello Q da inviare allo Sportello Unico per l’assunzione di un lavoratore extracomunitario regolarmente soggiornante in Italia. Basterà assolvere agli obblighi previsti dal Testo Unico sull’Immigrazione inviando il modello “Unificato Lav” entro le 24 ore del giorno antecedente all’assunzione.

Un’altra novità riguarda la possibilità di ricorrere all’autocertificazione anche nelle procedure che riguardano l’immigrazione, come nel caso delle richieste di rinnovo del permesso di soggiorno. Tale provvedimento entrerà in vigore dal 2013, intanto le Questure e le Prefetture avranno il tempo di mettersi in rete con gli altri uffici della Pubblica Amministrazione al fine di velocizzare lo scambio di informazioni.

Decreto Legge n. 5 del 9 febbraio 2012 – Decreto Semplificazioni