Serbia: nuovo campo profughi temporaneo nel sud del paese

Osservatorio Balcani e Caucaso del 24 agosto 2015

Le autorità della Serbia hanno allestito un nuovo campo profughi temporaneo al confine con la Macedonia, a seguito del grande afflusso di rifugiati avvenuto durante il fine settimana.

Il nuovo campo è sorto nel villaggio di Miratovac, nei pressi di Preševo, dove era stato allestito un campo profughi già nel giugno scorso.

In una visita al nuovo campo, il ministro della Difesa serbo Bratislav Gašić ha dichiarato che il nuovo campo assieme a quello di Preševo stavano ospitando circa 5.000 rifugiati.

Gašić ha inoltre sottolineato che un gran numero di persone provenienti da Grecia e Macedonia sono entrate in Serbia nelle ultime 24 ore. Situazione che, secondo il ministro, rappresenta una grossa sfida per le finanze della Serbia. Belgrado – ha aggiunto Gašić – ha bisogno del sostegno dell’UE per fornire ai rifugiati tutto l’aiuto necessario.

“Abbiamo una buona organizzazione e tutti i corpi statali stanno lavorando all’unisono per alloggiare i migranti. Non abbiamo riscontrato alcun singolo incidente nonostante l’ingente numero di migranti”, ha concluso Gašić.

Quasi tutti i migranti lasciano poi l’area di Preševo su autobus forniti dall’Unhcr per continuare il loro viaggio verso l’UE e attraversare il confine tra Serbia e Ungheria.

Intanto ieri l’Unhcr ha annunciato che Grecia, Macedonia e Serbia debbono aspettarsi, anche nei prossimi giorni, un arrivo massiccio di rifugiati. Hanno poi invitato Grecia e Macedonia a sforzi maggiori per assistere i migranti e l’UE a sostenere, in questo, i tre paesi balcanici.

Links utili:
Osservatorio Balcani e Caucaso

Foto di copertina: Presevo Migrants