///

Reato di solidarietà: processo il 4 aprile a Nizza

Passeurs d'hospitalités, 3 aprile 2017

I procedimenti penali contro i volontari continuano, dalla frontiera italiana fino a Calais (per maggiori dettagli guarda in fondo alla pagina). Domani 4 aprile sarà Francesca a comparire davanti alla Corte d’Appello di Nizza.

Per sostenerla: appuntamento dalle 13 alle 17 davanti alla Corte d’Appello vicino al Palazzo di Giustizia a Nizza.
Evento qui

Di seguito il testo di per sostenere Francesca:
Un processo folle!! Martedì 4 Aprile a Nizza con Francesca !!! Alle 13.30.

Sono anni che Francesca aiuta e lavora nei campi qui e all’estero e quando racconta qualcosa, noi ascoltiamo perché riteniamo possa essere qualcosa di importante da imparare.

Racconta della violenza alle frontiere, delle politiche migratorie e dice che ci facciamo manipolare da un circo mediatico. Dice anche che, negli ultimi due anni, il regime delle frontiere è diventato sempre più brutale, con le deportazioni sistematiche verso i centri di smistamento, con le espulsioni verso paesi come il Sudan, il Niger e altri paesi dittatoriali e che tra l’Italia e la Francia gli episodi di violenza e gli «incidenti» mortali sempre molti e troppo frequenti. Bisogna denunciare collettivamente, dentro e fuori la Corte d’Appello e cedere la parola a coloro che subiscono le frontiere e lasciarli passare.

Francesca aveva una famiglia, un bambino, nel furgone quando si è fatta arrestare (per maggiori dettagli http://citoyenssolidaires06.com/?p=61). Cercava di farli uscire da questo casino invivibile, indegno e miserabile. Questo modo di smistarli, parcheggiarli e dimenticarli. Questi posti dove la vita è dimenticata per 6 mesi, un anno o dieci anni senza che questo sia un problema per il sistema amministrativo che considera solo le cifre e dimenticando la dimensione umana. E per conoscere Francesca, c’è anche un cortometraggio, una storia incredibile.

La prima cosa che ci siamo chiesti è come sia stato possibile filmare tutto ciò, tutto è talmente… al momento! Infatti un’équipe video ha girato un documentario su una situazione e trovando questa storia ha deciso di rimanere. Ha visto tutto: ha visto come una bambina di 4 anni si è ritrovata senza la mamma qui nel 06, e com’è riuscita a ritrovarla grazie a delle persone, che ringraziamo di esistere perché i labirinti amministrativi non sono in grado di prendersi cura di una bambina di 4 anni e soprattutto non sono riusciti a trovare la sua mamma, persa lungo la strada tra la Libia e un altro luogo. Questo documentario LOZA è stato visto milioni di volte: https://vimeo.com/182203722

Manifestazione al TGI di Nizza, Place du Palais de Justice questo martedì 4 Aprile alle 13.30 per sostenere Francesca, per incontrarsi e organizzarsi per aiutare i rifugiati e i volontari.

Insieme siamo tutti più forti.