Università telematica Uninettuno: 50 borse di studio per studenti titolari di protezione internazionale

L’Università Telematica Internazionale Uninettuno mette a disposizione degli studenti titolari di protezione internazionale 50 borse di studio per frequentare i corsi previsti dall’offerta formativa dell’Ateneo.

I 50 beneficiari delle borse di studio potranno così iscriversi a uno dei corsi di laurea dell’Università telematica, senza dover sostenere alcun costo. L’obiettivo è quello di incentivare e sostenere il percorso accademico degli immigrati con status di rifugiati e concorrere al loro inserimento professionale nel paese d’accoglienza.

Attraverso il portale “University for refugees – Istruzione senza confiniwww.uninettunouniversity.net, redatto in 5 lingue (italiano, inglese, francese, arabo e greco) è possibile avere tutte le informazioni necessarie sul progetto e l’accesso alle borse di studio.

Per i titolari di protezione internazionale che non possiedono la documentazione attestante il loro percorso di studi, occorre seguire la procedura di “Riconoscimento dei titoli di studio per rifugiati senza documentazione”, in linea con le Linee Guida Europee per il Riconoscimento dei Titoli ai Rifugiati senza documentazione.

Saranno istituite delle Commissioni composte da docenti afferenti ai diversi Corsi di laurea che avranno il compito di verificare che i contenuti dei singoli corsi che costituiscono i curricula del Corso di laurea siano simili ai curricula e ai contenuti dei corsi delle Università che accettano le iscrizioni.

Il prodotto della fase di analisi sarà una Dichiarazione di riconoscimento in cui verrà dichiarata la riconoscibilità del titolo, oppure l’elenco dei debiti formativi e il percorso di studi integrativo da completare per l’ottenimento del titolo di studio nelle Università dei diversi Paesi dove hanno richiesto l’iscrizione.

Le iscrizioni all’università potranno avvenire solo dopo che le Commissioni di docenti afferenti ai diversi corsi di laurea avranno espletato, attraverso appositi esami, le valutazioni delle prove di esame che verificano la validità e le competenze delle autocertificazioni dei rifugiati.