Diritto alla coesione familiare

Tribunale di Velletri, ordinanza del 16 novembre 2017

Photo credit: Carmen Sabello, Milano 20 maggio - No one is illegal

Ordinanza del Tribunale di Velletri che riconosce il diritto alla coesione familiare di un cittadino senegalese con la moglie e il figlio minore regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale.
Il procedimento instaurato davanti al Tribunale di Velletri, dove la famiglia risiede, è stato avviato a seguito del decreto di rifiuto del rilascio del permesso di soggiorno per coesione familiare con la moglie e il figlio minore perché “sprovvisto di visto di ingresso per tali motivi”. Nonostante subito dopo la nascita del figlio a Roma il ricorrente avesse avanzato richiesta di coesione familiare alla Questura di Roma, allegando la documentazione reddituale e alloggiativa, dopo ben tre anni dalla richiesta arrivava il rifiuto.
Il Tribunale nel riconoscere tali elementi positivi per l’accoglimento della pretesa, critica il decreto questorile nella parte in cui difetta di istruttoria e di motivazione sul punto e accogliendo il ricorso, con la condanna all’Amministrazione rimasta contumace alle spese de giudizio.

– Scarica l’ordinanza:

Tribunale di Velletri ordinanza del 16 novembre 2017.