Monaco di Baviera, domenica 22 luglio una manifestazione antirazzista contro le politiche populiste, per il diritto di asilo

Monaco di Baviera – Al motto “La nostra pluralità ci unisce e ci rende forti”, la società civile bavarese assieme a soggetti del mondo della cultura, dei sindacati, delle confessioni religiose e dei partiti politici chiama alla partecipazione ad una grande manifestazione per domenica 22 luglio in affermazione e difesa dei principi etici, sociali e materiali raggiunti con la stesura dei trattati universali dei Diritti Umani e delle Costituzioni Nazionali.
Sono moltissime le realtà che hanno aderito alla piattaforma (da gruppi religioni ad associazioni di supporto ai rifugiati, da movimenti ambientalisti a quelli queer, da scuole a sindacati, da Musei – come il museo ebraico – ai teatri comunali…), a dimostrazione di una composizione sociale trasversale e plurale.

La manifestazione è stata promossa anche per denunciare l’attuale politica tedesca ed europea di criminalizzazione delle migrazioni, e contro lo spostamento a destra della società e la propaganda dei partiti nazionalisti e fomentatori di odio sociale.

Vogliamo resistere di fronte all’irresponsabile politica di divisione di Seehofer, Söder, Dobrindt & Co. Inviare un segnale contro il massiccio spostamento a destra della società, lo stato di sorveglianza, la restrizione della nostra libertà e gli attacchi ai diritti umani”, scrivono gli organizzatori che attaccano l’AfD “che accresce l’odio e l’esclusione sociale”.

ausgehetzt-demo.jpg

I partiti, e in particolare il governo bavarese in Baviera e a Berlino – si legge nell’appellosi lasciano dettare la propria agenda da populisti antidemocratici con un programma che è ostile ai diritti umani. Invece di difendere i valori democratici di base, questi vengono smantellati, i rifugiati criminalizzati e diffamati, internati nei campi di detenzione, deportati in zone di guerra 1. Invece di promuovere un commercio mondiale equo ed eliminare le cause della fuga delle persone, vengono sostenuti i regimi dittatoriali con accordi, denaro, armi e guerre. Invece di promuovere l’istruzione e la consapevolezza nei cittadini e comunicare in modo chiaro e onesto le statistiche sui crimini, vengono costantemente alimentate le paure. E in Baviera, si ricorre alla più severa legge sulla polizia (PAG) che la Repubblica federale abbia mai visto”.

Il corteo partirà alle 13 e si snoderà lungo le strade e le piazze centrali di Monaco: ci saranno quattro punti di raccolta tematici: il primo su “migrazioni, razzismo e diritto d’asilo”, il secondo sulla “nuova legge che regolamenta le competenze della polizia”; il terzo su “diritto alla casa, al lavoro, alla pensione”; il quarto su “uguaglianza tra i sessi e identità di genere”.

La marcia partendo dal primo concentramento andrà a raccogliere le persone nelle altre tre piazze, unendosi fino a sfociare nella piazza finale dove dal palco si alterneranno gli interventi dei rappresentanti delle organizzazioni aderenti, a pezzi di gruppi musicali e attori di teatro. Interverrà anche Claus Peter Reisch, capitano della ONG Lifeline, la nave umanitaria posta sotto sequestro a Malta e che per 5 giorni ha subito il braccio di ferro tra l’Italia e gli altri paesi europei, rimanendo sospesa nel Mediterraneo in attesa che le fosse assegnato un porto sicuro dove approdare con i migranti salvati.

Monaco vuole dare voce all’imponente numero di persone che in Germania, come in tutta Europa, si oppone alla legittimazione culturale e politica di sentimenti razzisti e discriminatori, denunciando le irresponsabili politiche tese a creare rivalità e ostilità nella società e a minare la tenuta del tessuto sociale. La città vuole unirsi anche a tutte le altre piazze europee -da Ventimiglia a Berlino ad Hannover a Londra, per ricordare le ultime manifestazioni- e nel mondo che rivendicano un sistema di welfare in grado di sostenere le vulnerabilità sociali e il miglioramento della qualità di vita per ogni individuo.

Le priorità devono essere il diritto alla casa, all’istruzione, alla dignità per le persone anziane, la lotta al lavoro precario e al razzismo, il rispetto dell’eguaglianza tra sessi e dei diritti LGBT, la tutela delle libertà personali, la libertà di migrare.

Domani scenderanno nelle strade coloro che vogliono costruire una Baviera colorata e diversa, una Baviera dove esistano uguali diritti per tutti coloro che hanno scelto, o si sono trovati costretti, a vivere lì.

Rassegna stampa (in tedesco)

– Due interviste a Thomas Lechner, il promotore del Gruppo “Gemeinsam für Menschenrechte und Demokratie”:
https://www.freie-radios.net/90110
http://www.sueddeutsche.de/muenchen/demonstration-gegen-csu-1.4044414

– Intervista ad un artista: https://www.hallo-muenchen.de/muenchen/mitte/schwabing-maxvorstadt-ort559046/mehr-menschlichkeit-kuenstler-kritisieren-politik-angst-10031494.html

Altri articoli:
– https://www.sueddeutsche.de/politik/zivilgesellschaft-es-regt-sich-was-1.4059572
– https://www.abendzeitung-muenchen.de/inhalt.im-vorfeld-der-ausgehetzt-demo-protest-gegen-csu-aktivisten-ueberkleben-logo-an-parteizentrale.ecb29e28-bee6-456e-b25c-4be3355dd038.html
– http://www.taz.de/!5522789/
– https://www.muenchen.tv/ausgehetzt-grossdemo-am-sonntag-in-muenchen-275496/

Articoli sul tentativo della CSU di denunciare la Kammerspiele ed il Vokstheater per l’adesione alla manifestazione:
– https://www.welt.de/regionales/bayern/article179551958/Muenchen-CSU-will-Kammerspielen-Teilnahme-an-Demo-verbieten.html
– http://www.spiegel.de/politik/deutschland/ausgehetzt-csu-will-muenchnern-theatern-das-demonstrieren-verbieten-a-1219217.html
– https://www.br.de/nachrichten/muenchner-csu-und-die-theater-bekriegen-sich-100.html
– https://www.abendzeitung-muenchen.de/inhalt.ausgehetzt-demo-am-sonntag-schmid-greift-kammerspiele-und-volkstheater-an.9d96f992-ed02-49c5-8ae4-6b5ffa812c90.html
– https://www.n-tv.de/politik/CSU-will-Demo-Verbot-fuer-Muenchner-Theater-article20536170.html
– https://www.tag24.de/nachrichten/csu-muenchen-theater-maulkorb-verbot-kammerspiele-volkstheater-meinungsfreiheit-demo-693622
– https://www.focus.de/politik/deutschland/demonstrationsverbot-csu-will-muenchner-theater-daran-hindern-zu-demonstrieren_id_9278786.html
– https://www.sueddeutsche.de/muenchen/streit-wegen-ausgehetzt-demo-rueckendeckung-fuer-lilienthal-und-stueckl-1.4061768

  1. Si veda ad esempio il caso del giovane afgano suicida https://bit.ly/2mwfKfL