Roma – Scuola di alta formazione per operatori legali specializzati in protezione internazionale

Dal 26 ottobre 2018 al 4 maggio 2019 il corso promosso da ASGI e Spazi Circolari

La scuola mira a formare la figura dell’operatore legale specializzato nella tutela dei cittadini stranieri che chiedono o ai quali è stata riconosciuta una forma di protezione internazionale o umanitaria.

Il percorso formativo intende adottare una metodologia improntata su una comunicazione non formale e altamente partecipativa, con un largo spazio dedicato a laboratori pratici con l’esame dei casi più emblematici e delle problematiche di maggiore interesse.

STRUTTURA

La scuola di alta formazione si propone di sviluppare e/o rafforzare le competenze multidisciplinari dell’operatore legale, con un approccio pratico e innovativo adatto a migliorare non soltanto le proprie conoscenze ma anche gli strumenti operativi nello svolgimento del proprio ruolo.

Per tutta la durata del corso è previsto un servizio di supporto giuridico on line, con la possibilità di rivolgere via mail quesiti giuridici e ricevere dettagliate risposte da parte dei maggiori esperti italiani ASGI e Spazi Circolari.

Per l’ottenimento della attestazione di piena partecipazione al corso è previsto un obbligo di frequenza non inferiore al 75% delle 168 ore di lezione.

CALENDARIO

Il corso inizierà il 26 ottobre 2018 e avrà termine il 4 maggio 2019.

La durata complessiva sarà dunque di 7 mesi circa e si articolerà in 14 moduli (28 incontri) ciascuna con inizio il venerdì alle 9.30 e fine il sabato alle 14.

Le lezioni si svolgeranno nei seguenti fine settimana:
* venerdì 26 e sabato 27 ottobre 2018 | venerdì 9 e sabato 10 novembre 2018 | venerdì 23 e sabato 24 novembre 2018 | venerdì 14 e sabato 15 dicembre 2018 | venerdì 21 e sabato 22 dicembre 2018
* venerdì 11 e sabato 12 gennaio 2019 | venerdì 25 e sabato 26 gennaio 2019 | venerdì 8 e sabato 9 febbraio 2019 | venerdì 22 e sabato 23 febbraio 2019 | venerdì 8 e sabato 9 marzo 2019 | venerdì 22 e sabato 23 marzo 2019 | venerdì 5 e sabato 6 aprile 2019 | venerdì 12 e sabato 13 aprile 2019 | venerdì 3 e sabato 4 maggio 2019

OBIETTIVI

Il primo risultato ottenuto attraverso la realizzazione del progetto sarà la formazione di 45 operatori legali con maggiori e aggiornati strumenti operativi.
Inoltre il profilo altamente laboratoriale e partecipativo della metodologia utilizzata permette la costruzione e lo scambio di buone prassi relative all’interazione tra operatori anche grazie a strumenti elaborati e implementati tramite il corso e successivamente adottati in modo stabile per garantire sostenibilità e continuità agli obiettivi formativi e di rafforzamento della rete.

DESTINATARI

La scuola di alta formazione è destinata a formare 45 operatori legali, scelti fra persone che abbiano già conseguito un diploma di laurea in giurisprudenza o in altra facoltà umanistica oppure la qualifica di mediatore culturale o interprete o in alternativa che possano dimostrare una comprovata esperienza in qualità di operatore nel campo della protezione internazionale o delle migrazioni.

PROGRAMMA

168 ore di lezione in aula suddivise in lezioni di diritto (116 ore), elementi di geo-politica (16 ore), metodologia per l’identificazione e il supporto delle vittime di violenza e tortura (12 ore), tecniche di preparazione del richiedente all’audizione in commissione territoriale (8 ore), teorie e pratiche della mediazione culturale (8 ore), aspetti relazionali (8 ore).

Tutti gli incontri diversi dalle lezioni di diritto saranno svolti in co-docenza con un giurista, per garantire la piena interdisciplinarietà e l’approccio laboratoriale.

10 MODULI DI DIRITTO sulle seguenti tematiche:

1. QUALIFICHE E PROCEDURE (QUATTRO MODULI):
introduzione generale (qualifiche e contenuto della protezione internazionale e umanitaria; procedure per il riconoscimento e la revoca della protezione internazionale; tutela giurisdizionale) e approfondimenti tematici specifici su: violenza di genere e Convezione di Istanbul, orientamento sessuale e appartenenza ad un determinato gruppo sociale, “rifugiati climatici”, il ruolo della c.d. integrazione nella protezione umanitaria, i requisiti della protezione sussidiaria nell’evoluzione giurisprudenziale, i limiti della identificazione forzata, analisi dei c.d. hotspot, il trattenimento dei richiedenti asilo, le procedure accelerate, tempistica ed effetti dei rimedi giurisdizionali, la riforma europea del diritto di asilo 2018/2019.

2. REGOLAMENTO DI DUBLINO:
introduzione generale (criteri e termini, riunificazione familiare, minori, clausole discrezionali, tutela giurisdizionale) e con approfondimenti tematici specifici su: l’uso delle differenti banche dati in rapporto all’Eurodac, il diritto all’informazione, i paesi considerati non sicuri alla luce della giurisprudenza europea (e il ruolo dell’Italia), l’effetto sospensivo automatico del ricorso, le clausole umanitarie e di sovranità, tempistica ed effetti del rimedio giurisdizionale, recenti evoluzioni giurisprudenziali, la riforma UE del Regolamento Dublino 2018/2019.

3. ACCOGLIENZA:
introduzione generale e approfondimenti tematici specifici su: il diritto all’accoglienza e le differenze tra i vari sistemi di accoglienza, gli standard di accoglienza e il diritto al risarcimento del danno, le possibilità di revoca dell’accoglienza e i suoi limiti.

4. MINORI:
introduzione generale e approfondimenti tematici specifici su: i contenuti della c.d Legge Zampa, tecniche di accertamento dell’età, il ruolo del tutore, il divieto di trattenimento e il risarcimento del danno, le peculiarità dell’accoglienza e della procedura.

5. TRATTA DI ESSERI UMANI E RIDUZIONE IN SCHIAVITÙ:
introduzione generale e approfondimenti tematici specifici su: il rapporto con la tutela ex art. 18 T.U., il rapporto con lo sfruttamento lavorativo, la violenza domestica, la procedura in Commissione, la trasmissione degli atti al Questore e la sinergia tra sistemi di accoglienza.

6. RESPINGIMENTI:
introduzione generale e approfondimenti tematici specifici su: le “riammissioni” in Grecia, le nuove pattuglie interforze del Brennero, i respingimenti agli aeroporti, i respingimenti in Sicilia, l’approccio hotspot nei respingimenti, la costruzione della SAR libica e i respingimenti alle frontiere terrestri. Gli accordi bilaterali, l’agenda europea, il processo di Khartoum, l’accordo UE Turchia del 18/20 marzo 2016, l’accordo Italia Libia sull’esternalizzazione e le azioni giudiziarie d’urgenza contro i respingimenti illegittimi.

7. DIRITTI DEI TITOLARI:
introduzione generale e approfondimenti tematici specifici su ricongiungimento familiare, circolazione in UE, permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, diritto alla parità di trattamento, titolo di viaggio per titolari di protezione sussidiaria e umanitaria.

1 MODULO DI GEO-POLITICA

4 INCONTRI CIASCUNO DI 4 ORE CON PARTICOLARE ATTENZIONE ALLE SEGUENTI AREE GEOGRAFICHE:
Nord Africa: focus sulla Libia; Medio oriente: focus su Siria e Palestina; Africa Subsahariana: focus su Mali e Senegal; Asia: focus sul Pakistan.

1 MODULO DI METODOLOGIA PER L’IDENTIFICAZIONE E IL SUPPORTO DELLE VITTIME DI VIOLENZA E TORTURA

4 INCONTRI CIASCUNO DI 4 ORE CON APPROFONDIMENTI SU:
definizione di tortura: risvolti legali e pratici; certificazione di esiti di tortura; la presa in carico integrata della vittima di tortura; la violenza di genere: certificazione e presa in carico; l’accertamento dell’età; il disagio psicologico: certificazione e presa in carico.

1 MODULO SULLE TECNICHE DI PREPARAZIONE DEL RICHIEDENTE ALL’AUDIZIONE IN COMMISSIONE TERRITORIALE PER IL RICONOSCIMENTO DELLA PROTEZIONE INTERNAZIONALE

2 INCONTRI CIASCUNO DI 4 ORE con un approccio pratico e laboratoriale sui seguenti aspetti:
l’intervista in commissione, l’onere della prova e la ricerca delle informazioni sui Paesi di origine; la raccolta della memoria: l’intervista qualitativa e il coordinamento dell’operatore legale con le altre figure (psicologo, psichiatra, mediatore culturale, avvocato, antropologo, ecc…).

1 MODULO DI TEORIE E PRATICHE DELLA MEDIAZIONE CULTURALE

2 INCONTRI CIASCUNO DI 4 ORE, che si svolgeranno interamente in aula così suddivise:
approccio antropologico all’altro: teorie della cultura, etnopsichiatria delle migrazioni forzate; il supporto ai richiedenti asilo LGBTI, il ruolo dei mediatori culturali: prospettive e criticità.

2 INCONTRI DI LABORATORI RELAZIONALI, CIASCUNO DI 4 ORE con lo scopo di facilitare un approccio collettivo all’apprendimento, su base relazionale e personale attraverso un metodo di partecipazione attiva.

ISCRIZIONI

Costituisce requisito necessario il possesso di un diploma di laurea in giurisprudenza o in altra facoltà umanistica ovvero la qualifica di mediatore culturale o interprete, oppure la comprovata esperienza in qualità di operatore giuridico nel campo della protezione internazionale o delle migrazioni.

Il costo per ciascun corsista è di 1.300 euro, di cui 600 da versare al momento dell’iscrizione e 700 entro il 31 dicembre 2018.

Per i soci ASGI e i soci Spazi Circolari in regola con l’iscrizione annuale del 2018 il costo è di euro 1150.

La data ultima per l’iscrizione è il 1 ottobre 2018.

Il corso è a numero chiuso, per un massimo di 45 iscritti.

L’iscrizione avverrà: per 40 corsisti sulla base dell’ordine cronologico iscrizione e per 5 sulla base del curriculum vitae.

Il calendario dettagliato sarà inviato agli iscritti entro il 5 ottobre.

Il corso non sarà avviato se non verrà raggiunto il numero minimo di 25 iscritti.

L’iscrizione si perfeziona inviando l’apposito modulo scaricabile dal sito Asgi: clicca qui compilato e corredato da un curriculum vitae e previo versamento della somma di euro 600 con la seguente causale:
Iscrizione corso operatore giuridico Roma 2018/2019.

Attenzione: la sola compilazione del modulo online non è sufficiente a perfezionare l’iscrizione.
Si prega anche di inviare copia dell’avvenuto versamento alla mail formazione.roma@asgi.it

I soci ASGI dovranno versare ad:
ASGI Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione, codice IBAN IT12Q0521601000000000015928 presso il Credito Valtellinese.

I soci Spazi Circolari e tutte le persone non socie né Asgi né Spazi Circolari dovranno versare a:
Spazi Circolari, banca Carige codice Iban IT86F0617503273000000624580

Nel caso in cui il corso non dovesse partire la quota versata verrà restituita.

Le rimanenti 700 euro (550 per i soci Asgi e Spazi Circolari) dovranno essere versate al medesimo IBAN entro il 31 dicembre 2018.

Per informazioni è possibile scrivere al seguente indirizzo mail: formazione.roma@asgi.it

COMITATO SCIENTIFICO

Il comitato scientifico è composto da: Salvatore Fachile, Cristina Laura Cecchini, Loredana Leo, Maurizia Russo Spena, Ivan Mei, Lucia Gennari, Giulia Crescini, Francesca Di Blasi e Ginevra Sammartino.

Responsabili scientifici: Salvatore Fachile e Loredana Leo.

Con il contributo di Laboratorio 53

SVOLGIMENTO

A Roma, nei pressi del centro storico, alla Città dell’Altra Economia facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici.

Scarica la brochure informativa
Scuola di alta formazione per operatori legali specializzati in protezione internazionale – brochure informativa