Anagrafe e diritti: cosa cambia col Decreto Salvini

Una guida realizzata da CILD in tema di iscrizione anagrafica ed accesso ai servizi

I diritti di migranti, richiedenti asilo e rifugiati sono una delle aree tematiche prioritarie dell’azione di CILD. Molte delle organizzazioni che fanno parte della Coalizione Italiana per le Libertà e i Diritti civili sono attive in questo campo svolgendo un’importante attività di assistenza diretta (anche legale), advocacy, campagne.
Il decreto legge 113/18 (cd decreto Salvini o decreto sicurezza e immigrazione), convertito con modificazioni in legge 132/18, ha introdotto dei cambiamenti nella normativa precedente che incidono sulle possibilità di accesso ad alcuni diritti finora riconosciuti ai cittadini stranieri regolarmente presenti sul territorio italiano.
Già più di cento amministrazioni comunali, in tutta Italia, hanno fortemente criticato alcune disposizioni della legge in commento, poiché lesive dei diritti fondamentali e di dubbia costituzionalità.

Questa guida fornisce alcune prime indicazioni utili agli operatori di diritto in tema di iscrizione anagrafica ed accesso ai servizi.

– Scarica la guida
Anagrafe e diritti: cosa cambia col Decreto Salvini


Nata nel 2014, la Coalizione Italiana per le Libertà e i Diritti civili
(CILD)
è una rete di 37 organizzazioni della società civile che lavora per difendere e promuovere i diritti e le libertà di tutti, unendo attività di advocacy, campagne pubbliche e azione legale. Le aree tematiche di cui CILD si occupa sono soprattutto diritti di migranti e rifugiati, diritti LGBTI, giustizia, diritti di Rom e Sinti e libertà di espressione.