La condizione di “inespellibilità” dello straniero comporta automaticamente il suo diritto ad ottenere il permesso di soggiorno

Corte d'Appello di Brescia, sentenza n. 104 del 21 gennaio 2019

Una interessante sentenza della Corte di Appello di Brescia che obbliga la questura a riconoscere il permesso di soggiorno al fratello di un cittadino italiano. Paradossale come la questura di Bergamo pur ammettendo l’inespellibilità del cittadino straniero volesse negargli il permesso di soggiorno.

Nel merito fa presente che ritenere una differenza tra “inespellibilità” dello straniero e rilascio del permesso di soggiorno sarebbe del tutto assurdo. Non solo, ma l’articolo 28 del regolamento di attuazione del Testo Unico immigrazione recita al primo comma “Quando la legge dispone il divieto di espulsione, il questore rilascia il permesso di soggiorno…

– Scarica la sentenza
Corte d’Appello di Brescia, sentenza n. 104 del 21 gennaio 2019