Per la libertà di movimento, per i diritti di cittadinanza

Iscrizione anagrafica dei richiedenti asilo: il Tribunale accoglie il ricorso cautelare, ordina l’iscrizione e solleva questione di legittimità costituzionale

Tribunale di Ancona, ordinanza del 29 luglio 2019

Rilevante pronunciamento del Tribunale di Ancona in materia di iscrizione anagrafica dei richiedenti protezione. Con ordinanza del 29 luglio 2019 il Giudice dott.ssa Martina Marinangeli, nell’ambito del ricorso cautelare volto a conseguire l’iscrizione anagrafica di un richiedente, ha deciso di sollevare questione di legittimità costituzionale ed ha contestualmente ordinato l’iscrizione anagrafica del richiedente nelle more del pronunciamento della Corte Costituzionale. La questione di legittimità costituzionale dell’art.13, co.1, lett. a, n.2, del D.l. n.113/2018, convertito in legge n. 132/2018, è stata sollevata in riferimento agli artt. 2 Cost., 3 Cost. e 117 Cost., in relazione all’art. 2 del protocollo addizionale alla C.e.d.u. n. 4, e all’art. 12 del Patto internazionale sui diritti civili e politici.
Particolarmente interessante il profilo giuridico sviluppato nell’ordinanza che consente di tenere insieme la necessità della tutela immediata del richiedente con l’iter del del pronunciamento della Corte Costituzionale, che necessariamente avrà tempi più dilatati.

Con l’ordinanza, di cui pubblichiamo il testo, un importante dispositivo del costrutto normativo salviniano verrà misurato alla luce dei diritti e dei fondamentali principi che infrastrutturano la nostra Carta Costituzionale.

Ciò crea le condizioni per un pronunciamento di illegittimità costituzionale o, quantomeno, per un pronunciamento che avvalli un’interpretazione costituzionalmente orientata della norma in materia di iscrizione anagrafica, interpretazione che a quel punto sarebbe vincolante ed imporrebbe su tutto il territorio nazionale l’iscrizione dei richiedenti protezione che abbiano maturato i relativi requisiti.

– Scarica l’ordinanza
Tribunale di Ancona, ordinanza del 29 luglio 2019

Ambasciata dei Diritti Marche

L’Ambasciata dei Diritti Marche è un’associazione Onlus che opera nel territorio marchigiano.
Lo sportello legale dell'Ambasciata dei Diritti e l'osservatorio contro le discriminazioni sono attivi presso la sede di via Urbino, 18 ad Ancona.

Avv. Paolo Cognini (Ancona)

Foro di Ancona.
Esperto in Diritto Penale e Diritto dell’immigrazione e dell’asilo, da sempre impegnato nella tutela dei diritti degli stranieri.

Socio ASGI, è stato docente in Diritto dell'immigrazione presso l'Università di Macerata.

Autore di pubblicazioni, formatore per enti pubblici e del privato sociale, referente della formazione del Progetto Melting Pot Europa.


Studio Legale
Corso Matteotti Giacomo 69/b - Jesi (AN)
tel: 073157416
email: studiolegalecognini@libero.it