Analisi critica di ASGI del c.d. “Decreto sicurezza bis” relativamente alle disposizioni inerenti il diritto dell’immigrazione

Il D.L. n. 53/2019, convertito, con modificazioni, nella L. n. 77/2019

Foto tratta da Amnesty International

Quali sono i limiti e i contrasti delle nuove normative con la Costituzione e gli obblighi internazionali vincolanti per l’Italia?

Nel momento in cui con un nuovo Governo si discute della necessità di rivedere le politiche in materia di immigrazione anche alla luce delle osservazioni del Capo dello Stato sui cd. decreti sicurezza (d.l. 113/2018, conv. in L. 132/2018 e d.l. 53/2019, convertito con modificazioni dalla L. 8 agosto 2019, n. 77), l’Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione ha ritenuto opportuno richiamare l’attenzione sulle precedenti osservazioni critiche fornite nel corso dell’ultimo anno e pubblicare un nuovo documento di analisi del c.d. “Decreto sicurezza bis” relativamente alle disposizioni inerenti il diritto dell’immigrazione, evidenziando dal punto di vista tecnico quali sono i limiti e i contrasti delle nuove normative con la Costituzione, l’ordinamento UE e gli obblighi internazionali vincolanti per l’Italia.

La premessa al documento

Il d.l. 14 giugno 2019 n. 53, pubblicato in G.U., 14 giugno 2019, n. 138, recante Disposizioni urgenti in materia di ordine e sicurezza pubblica, convertito con modificazioni nella L. 8.08.2019, n. 77, pubblicata sulla G.U. n. 186 del 9.8.2019, è composto di 28 articoli e riguarda differenti materie:
disposizioni in materia di contrasto all’immigrazione illegale e di ordine e sicurezza pubblica (capo 1); disposizioni urgenti per il potenziamento dell’efficacia dell’azione amministrativa a supporto delle politiche di sicurezza (capo 2); disposizioni urgenti in materia di contrasto alla violenza in occasione di manifestazioni sportive (capo3).

Infatti, sotto il generico tema della “sicurezza” si cela un coacervo di norme assai eterogenee tra loro che riguardano:

– il nuovo potere attribuito al Ministro dell’interno (di concerto con quello della difesa e delle infrastrutture e trasporti, previa informazione al Presidente del Consiglio dei ministri) di vietare l’ingresso, il transito o la sosta di navi nel mare territoriale (art. 1), e le sanzioni amministrative previste per il caso d’inottemperanza a tale divieto (art.2);
– l’attribuzione alle Procure distrettuali delle funzioni di pubblico ministero per il reato di associazione per delinquere realizzato allo scopo di commettere reati di favoreggiamento dell’immigrazione illegale anche non aggravati (art.3);
– il potenziamento delle operazioni di polizia sotto copertura per contrastare il favoreggiamento dell’immigrazione clandestina mediante incremento delle risorse economiche (art.4);
– l’obbligo dei gestori delle strutture alberghiere e ricettive di trasmettere immediatamente (e non più entro le successive 24 ore) alle questure le generalità delle persone alloggiate nel caso di soggiorni non superiori alle 24 ore (art. 5);
– modifiche alla L. 152/1975 (c.d. “Legge Reale”) ed al codice penale concernenti inasprimenti sanzionatori per illeciti commessi in occasione di manifestazioni pubbliche (artt. 6 e7);
– misure straordinarie per eliminare l’arretrato relativo all’esecuzione di condanne penali definitive (art.8);
– misure urgenti per il presidio del territorio in occasione delle Universiadi di Napoli 2019 (art. 10) e modifica della disciplina dei soggiorni di breve durata (per cui non è necessaria la richiesta di permesso di soggiorno, ma è sufficiente la dichiarazione di presenza) comprendenti anche i soggiorni per missione e gara sportiva oltre ai consueti soggiorni per visite, affari, turismo e studio (art.11);
– l’istituzione di un fondo di premialità per le politiche di rimpatrio, destinato a finanziare interventi di cooperazione ovvero di intese bilaterali – con finalità premiali – per la collaborazione nella riammissione di cittadini di Paesi terzi irregolarmente soggiornanti (art.12);
– infine, misure di contrasto dei fenomeni di violenza compiuti in occasione di manifestazioni sportive (artt. da 13 a 17).

– Scarica il documento
Analisi critica di ASGI del c.d. “Decreto sicurezza bis” relativamente alle disposizioni inerenti il diritto dell’immigrazione

ASGI - Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione

Nata dall'intenzione di condividere la normativa nascente in tema d’immigrazione da un gruppo di avvocati, giuristi e studiosi, l’ASGI ha, nel tempo, contribuito con suoi documenti all'elaborazione dei testi normativi statali e comunitari in materia di immigrazione, asilo e cittadinanza, promuovendo nel dibattito politico-parlamentare e nell’operato dei pubblici poteri la tutela dei diritti nei confronti degli stranieri ( continua » )