Rinnovo di pds umanitario in presenza di condanne: non tutti i reati sono ostativi al rinnovo

Tribunale di Reggio Calabria, ordinanza dell'1 agosto 2019

L’ordinanza accoglie il ricorso di un cittadino nigeriano che aveva visto negato il rinnovo del suo permesso di soggiorno per motivi umanitari a causa di una condanna per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni, ritenuta ostativa.
Il Tribunale ha riconosciuto, da un lato, che i reati in questione non rientravano tra quelli previsti dall’art. 4 TU immigrazione come ostativi al rilascio/rinnovo del permesso di soggiorno, e dall’altro che “il ricorrente ha compiuto un percorso di integrazione socio-lavorativa che deve essere valorizzato, considerando che, nonostante gli errori compiuti in passato, ha dato prova di volere sfruttare le opportunità che gli sono state concesse ed ha posto le basi per la costruzione di un’esistenza autonoma e dignitosa in Italia“.

– Scarica l’ordinanza
Tribunale di Reggio Calabria, ordinanza dell’1 agosto 2019