Illegittimo il silenzio della Prefettura nei confronti della richiesta di accesso alle misure di accoglienza per richiedenti asilo

T.A.R. della Lombardia, sentenza n. 2724 del 23 dicembre 2019

Una pronuncia di particolare interesse vista l’inerzia di numerose Prefetture sparse sul territorio italiano dinanzi alle richieste di inserimento nei Cas degli aventi diritto. La sentenza del Tribunale amministrativo lombardo cita un’altra sentenza altrettanto utile, la n. 4738/2019 T.A.R. della Campania.

Il Giudice Amministrativo con questa sentenza ha ordinato alla Prefettura di Como di provvedere in merito alla richiesta di accoglienza del ricorrente, richiedente asilo, “privo di mezzi sufficienti a garantire una qualità di vita adeguata per il sostentamento proprio”, ex art. 14 D.Lgs. n. 142/2015, nei confronti del quale la Pubblica Amministrazione ha serbato (e serba tuttora, nonostante l’ordine dell’Autorità Giudiziaria) un silenzio illegittimo.

– Scarica la sentenza
T.A.R. della Lombardia, sentenza n. 2724 del 23 dicembre 2019