Permesso per cure mediche: per il rilascio è richiesta la sussistenza di una patologia di particolare gravità che necessità di cure immediate e continuative

Tribunale di Napoli, ordinanza del 14 febbraio 2020

Una pronuncia del Tribunale di Napoli con la quale il Giudice ordina in via d’urgenza ex art. 700 c.p.c alla Questura di Napoli di rilasciare a favore del ricorrente il permesso di soggiorno per cure mediche di cui all’art.19, co. 2°, d-bis, d.lgs.286/98.

Il Giudice, accogliendo il ricorso, ha stabilito che ai fini del rilascio del permesso per cure mediche, è richiesto esclusivamente la sussistenza di una patologia di particolare gravità che rende necessario nell’immediato un percorso di cura per la tutela della salute e della vita del cittadino straniero. Deve trattarsi di patologie pericolose nell’immediato o suscettibili di aggravamento in futuro, a cui corrispondono prestazioni sanitarie che non possono essere differite o che sono essenziali per scongiurare aggravamenti che nel tempo potrebbero determinare maggiore danno alla salute o rischi per la vita nell’ipotesi di un rientro nel paese di origine. Considerate le gravi condizioni di salute (come documentato agli atti), in caso di interruzione del trattamento farmaceutico e dei controlli a cui deve essere periodicamente sottoposto correrebbe “un pericolo di vita” in caso di rientro nel suo paese.

Quanto al periculum in mora, oltre al rischio di espulsione, nonché della privazione di accedere e fruire dei servizi del sistema sanitario nazionale, è stato tenuto in considerazione anche l’impossibilità per il ricorrente di usufruire dell’assegno di invalidità (in questo caso del 100%) che rappresenta l’unico mezzo di sostentamento per lo stesso e che l’Inps eroga solo allo straniero in possesso di un valido titolo di soggiorno.

Il caso è stato seguito in stretta collaborazione con lo sportello di Emergency a Napoli che si ringrazia.

– Scarica l’ordinanza
Tribunale di Napoli, ordinanza del 14 febbraio 2020