Regolamento Dublino – Annullato il trasferimento per violazione degli obblighi informativi

Tribunale di Roma, decreto del 23 giugno 2020

Nel caso di specie, il Tribunale ha rilevato che l’Unità Dublino non aveva depositato in giudizio l’opuscolo informativo tradotto e consegnato al richiedente, sicché non è stato possibile valutare l’assolvimento, da parte della PA ai doveri informativi previsti dall’art. 4 Reg. 604/2013. Il motivo era assorbente rispetto agli altri ed ha determinato l’accoglimento del ricorso.

In particolare, il Collegio richiama la sentenza della Grande Chambre della Corte di Giustizia (26.07.2017, causa C670/2016) nella quale la Corte ha stabilito che il legislatore non si è limitato a fissare regole organizzative, ma ha deciso di coinvolgere i richiedenti asilo, obbligando gli Stati ad informarli dei criteri di competenza, offrendo loro l’opportunità di presentare informazioni per l’applicazione di criteri, nonché a garantire un ricorso effettivo avverso una decisione di trasferimento eventualmente adottata in esito al procedimento.

– Scarica il decreto
Tribunale di Roma, decreto del 23 giugno 2020