Perù, status di rifugiat* – La comunità LGBTI continua ad essere discriminata dallo Stato che spesso assume il ruolo di persecutore

Tribunale di Roma, decreto dell'1 luglio 2020

Un interessante decreto emesso dal tribunale civile di Roma in cui viene concesso l’asilo politico ad un cittadino peruviano transgender per rischio persecuzione nel proprio paese di origine, tenuto conto che lo Stato non solo non è in grado di garantire una protezione efficace, ma spesso assume il ruolo di persecutore.
Molto utili le C.O.I. richiamate nella pronuncia che il Collegio ha ritenuto, al contrario della Commissione, di mettere in relazione con il cumulo di episodi di discriminazione subiti nel corso della vita della ricorrente, episodi appunto che trovano ampio riscontro nelle fonti consultate, tanto da raggiungere il livello di persecuzione.

– Scarica il decreto
Tribunale di Roma, decreto dell’1 luglio 2020