Bangladesh – Protezione umanitaria per raggiunta stabilità economica: in caso di rimpatrio tornerebbe in una situazione di estrema povertà

Tribunale di Roma, decreto del 24 novembre 2020

Un decreto del Tribunale di Roma che riconosce la protezione umanitaria ad un cittadino del Bangladesh.
Questa sentenza è particolarmente significativa perché sottolinea che la precarietà economica del ricorrente nel Paese di provenienza e che – in caso di rimpatrio – rischierebbe di farlo precipitare al di sotto della soglia minima di sussistenza, va comparata con la condizione di autonomia raggiunta sul territorio.
A tal fine il Tribunale ha valorizzato sia gli aiuti economici inviati ai familiari; sia l’integrazione raggiunta in Italia sotto il profilo lavorativo e linguistico; sia lo stato di depressione tendenzialmente cronico, diagnosticato al ricorrente, elementi tutti che determinano una vulnerabilità che accentua la “rilevantissima sproporzione” tra le due alternative del rimpatrio e dell’accoglienza. Sproporzione che induce il Tribunale ad accordare il diritto alla protezione umanitaria.

– Scarica il decreto
Tribunale di Roma, decreto del 24 novembre 2020