/

La Sardegna come luogo di frontiera e di transito

Report del sopralluogo giuridico a cura del progetto In Limine di ASGI

La Sardegna rappresenta un luogo di frontiera di particolare interesse al fine di comprendere l’implementazione dell’approccio hotspot, i meccanismi utilizzati ai fini del contenimento dei flussi migratori e le prassi di detenzione e selezione attuate nei confronti dei cittadini stranieri in arrivo.

Tra il 14 e il 18 ottobre 2020, ASGI, nell’ambito del progetto In Limine, ha organizzato una missione in Sardegna al fine di monitorare le procedure applicate ai cittadini stranieri in arrivo sul territorio, soprattutto con riferimento all’accesso alla richiesta di protezione internazionale, l’implementazione di prassi di trattenimento informale e l’utilizzo dello strumento della detenzione amministrativa.

A tal fine sono stati organizzati incontri con altri soggetti della società civile, che operano sul territorio come LasciateCIEntrare e Gruppo antirazzista NessunO/A alla deriva. Inoltre sono stati svolti colloqui con le autorità competenti quali il Dirigente dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Nuoro in merito alle modalità di gestione e funzionamento del CPR di Macomer, e la Prefettura di Cagliari relativamente all’utilizzo del centro di Monastir.

Il resoconto, di 11 pagine, si sofferma su quanto osservato, raccoglie informazioni, dati e le criticità rilevate in merito alle procedure attuate e alla gestione dei principali luoghi di contenimento dei flussi migratori. Una sezione è dedicata anche alle misure di quarantena e di isolamento fiduciario e agli accordi di rimpatrio Italia-Algeria.

– Scarica il rapporto
Report sopralluogo giuridico: la Sardegna come luogo di frontiera e di transito

ASGI - Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione

Nata dall'intenzione di condividere la normativa nascente in tema d’immigrazione da un gruppo di avvocati, giuristi e studiosi, l’ASGI ha, nel tempo, contribuito con suoi documenti all'elaborazione dei testi normativi statali e comunitari in materia di immigrazione, asilo e cittadinanza, promuovendo nel dibattito politico-parlamentare e nell’operato dei pubblici poteri la tutela dei diritti nei confronti degli stranieri ( continua » )