Ricongiungimento del genitore ultrasessantacinquenne: il caso di un cittadino somalo

Tribunale di Roma, ordinanza del 14 dicembre 2020

Il tribunale civile di Roma con l’ordinanza resa nel procedimento cautelare di urgenza n. 37094/2020 ha confermato che per il ricongiungimento del genitore ultrasessantacinquenne non c’è bisogno della prova di essere a carico, mentre va provato che non vi siano altri figli nel paese di origine (o altri figli che possano provvedere al suo sostentamento).
Nel caso specifico, considerata la situazione in Somalia, una dichiarazione giurata del padre rilasciata ad un pubblico ufficiale in Somalia alla presenza di due testimoni, è stata considerata sufficiente a provare l’esistenza di un solo figlio (il ricorrente).
Infine, il giudice ha considerato provato anche il periculum dato dalla esistenza di una malattia particolarmente grave (verosimilmente mortale) di cui è affetto il padre da ricongiungere.

– Scarica l’ordinanza
Tribunale di Roma, ordinanza del 14 dicembre 2020