La Cassazione su proroga ex art. 31 c. 3 D.lgs. 286/98 (autorizzazione alla permanenza dei genitori per supremo interesse del minore)

Corte di Cassazione, ordinanza n. 29996 del 31 dicembre 2020

Il Tribunale minori di Taranto dopo aver avuto per anni un orientamento positivo in subiecta materia, inspiegabilmente nel caso de quo rigettava la richiesta di proroga dell’autorizzazione ex art. 31 per due genitori di nazionalità albanese.
La Corte d’Appello di Lecce sede distaccata di Taranto confermava l’ingiusta decisione del Tribunale minori, nonostante il parere positivo del Procuratore Generale alla concessione della proroga. La Corte di Cassazione, dopo un’attenta disamina della normativa e della giurisprudenza di legittimità, ha accolto l’unico motivo di gravame precisando, così come sostenuto dalla difesa, che: “Nel caso di specie la Corte di appello, alla quale era stata sottoposta una domanda di rinnovo, e non di mera proroga della scadenza del termine, come si evince dalla esposizione del motivo di ricorso incentrato sulla prospettazione della situazione della minore all’attualità, ha errato nell’interpretare la legge e non ha effettuato il giudizio prognostico necessario a valutare la fondatezza o meno della istanza ”.

– Scarica l’ordinanza
Corte di Cassazione, ordinanza n. 29996 del 31 dicembre 2020