Sri Lanka, l’Ambasciata italiana dichiara scaduto il visto per ricongiungimento familiare. Il Tribunale ricorda che i nulla osta sono prorogati per legge fino al 30 aprile 2021

Tribunale di Roma, decreto del 17 marzo 2021

La questione nasce dalla prassi molto comune di varie ambasciate di rendere particolarmente difficoltoso l’accesso alle richieste di visto, spesso anche appaltando questo servizio ad agenzie esterne, tra queste VFS.

Nel caso specifico per mesi la moglie del ricorrente non era riuscita a presentare la richiesta di visto – anche a causa delle note difficoltà legate alla pandemia in corso.
A seguito del protrarsi del silenzio e della prossima scadenza del nulla osta per il ricongiungimento (i nulla osta sono prorogati per legge fino al 30.04.21), abbiamo inviato varie diffide e solleciti rimasti senza risposta e successivamente abbiamo iscritto un ricorso di urgenza.

Solo nel corso del giudizio l’ambasciata ha precisato di non aver mai risposto in quanto ha ritenuto il nulla osta scaduto, interpretando come non applicabile la proroga prevista per legge.

Il giudice ha ordinato la formalizzazione della richiesta di visto dichiarando la validità del nulla osta.

Crediamo il percorso qui illustrato individui una strategia utile di contrasto ai numerosissimi ostacoli frapposti dalle ambasciate alla formalizzazione delle richieste da parte dei cittadini stranieri.

– Scarica il decreto
Tribunale di Roma, decreto del 17 marzo 2021