Etiopia: uccisi in un attentato nel Tigray tre operatori di Medici Senza Frontiere

Nella zona continuano ad esserci gravi abusi contro i civili

Mappa di UNHCR

Uccisi in un attacco nella regione in guerra del Tigray etiope. Maria Hernandez, cittadina spagnola di 35 anni, era una delle coordinatrici delle emergenze di MSF nel Tigray. Yohannes Halefom Reda e Tedros Gebremariam Gebremichael, entrambi etiopi e di 31 anni, erano assistente coordinatore e autista per l’ONG. “Erano lì per aiutare la popolazione ed è impensabile che abbiano pagato con la vita per questo”, ha dichiarato la ONG nel suo comunicato stampa.

Nella giornata di giovedì pomeriggio si erano persi i contatti con loro e con l’auto su cui viaggiavano. Questa mattina il veicolo è stato ritrovato vuoto e i loro corpi senza vita a pochi metri di distanza, ha dichiarato in un comunicato l’organizzazione non governativa MSF mentre denunciava il brutale assassinio.

Nel Tigray continuano ad esserci numerosi abusi contro i civili. L’esercito federale etiope sta conducendo da novembre un’operazione nella regione che ha portato al rovesciamento delle autorità locali dissidenti del Fronte Popolare per la Liberazione del Popolo del Tigray (TPLF), dove da allora Addis Abeba ha installato un’amministrazione di transizione. Questa operazione militare si è trasformata in un conflitto di lunga durata, segnato da numerosi assalti e violenze contro i civili (massacri, stupri, sfollamenti di popolazione, ecc.)1.

Martedì almeno 64 persone sono state uccise e altre 180 ferite in un mercato a Togoga, a nord-ovest di Mekele, la capitale della regione, in un attacco aereo dell’esercito etiope che afferma di aver preso di mira i combattenti ribelli. Il capo dell’Oms, l’etiope Tedros Adhanom Ghebreyesus, lui stesso del Tigray, ha accusato venerdì le autorità di aver ucciso e ferito civili e di aver impedito alle ambulanze di accedere ai locali ed evacuare i feriti. Si stima che circa 900.000 persone stiano vivendo in condizioni di carestia e che altre milioni di persone sfollate siano ad alta vulnerabilità.

  1. Guerra in Tigrai: subito un’inchiesta della Commissione Onu sulla violazione dei diritti umani https://habeshia.blogspot.com/2021/03/guerra-in-tigrai-subito-uninchiesta.html (ndR.)

Eleana Elefante

Giurista esperta in Advocacy & Communication dei Flussi Migratori del Mediterraneo Centrale.
Collabora con diverse NGO’s e Patners Europei nel Monitoraggio & Valutazione dei flussi migratori in linea con l’analisi geopolitica di aree geografiche quali il Nord - Africa ed il Medio-Oriente.