Escluso dalla procedura di asilo, il Ministero dovrà pagare i danni

Corte d'Appello di Roma, sentenza n. 3976 dell'1 giugno 2021

Le carenze del foglio notizie tradiscono una colpa della Pubblica Amministrazione e possono dar luogo al risarcimento dei danni per esclusione dalla procedura di asilo“, così ha deciso la Corte di Appello di Roma condannando il Ministero dell’Interno (Questura di Bari) al pagamento dei danni non patrimoniali ex art. 2043 a favore di un cittadino egiziano che – al momento del suo arrivo in Italia – era stato escluso dall’accesso alla procedura di protezione internazionale tramite la compilazione di un foglio notizie non corrispondente alla sua reale volontà.

La Corte di Appello ritiene che si possa rintracciare la colpa della P.A. (come organo e non rilevando l’elemento soggettivo dei singoli agenti) nel fatto di non aver apprestato una adeguata organizzazione per la gestione dell’arrivo dei cittadini soccorsi (500 nell’occasione in oggetto). Tale carenza troverebbe, secondo i Giudici, una sua significativa dimostrazione nella struttura stessa del foglio notizie sottoposto all’arrivo in Italia alle persone soccorse, che non riportava in modo esplicito l’opzione “se avesse intenzione di proporre domanda di protezione internazionale e se volesse proporla in quel momento e a far data da quel momento“.

– Scarica la sentenza
Corte d’Appello di Roma, sentenza n. 3976 dell’1 giugno 2021

Documenti allegati