Mali – Il conflitto ha ripercussioni in tutto il territorio nazionale

Corte di Cassazione, sentenza n. 1558 del 19 gennaio 2022

Immagine tratta da Wikipedia. https://en.wikipedia.org/wiki/Mali_War

Il ricorso è stato considerato manifestamente fondato. Il decreto impugnato è stato quindi cassato con rinvio al Tribunale di Milano, in diversa composizione.

La Corte ha infatti ritenuto che il Tribunale di Milano sia venuto meno all’obbligo di audizione del ricorrente (cittadino del Mali) nelle ipotesi relative alla necessità di “acquisizione di chiarimenti in ordine alle incongruenze o alle contraddizioni rilevate nelle dichiarazioni del richiedente”.

E ciò con maggiore evidenza nel caso – come quello esaminato – nel quale il richiedente (cittadino maliano) aveva richiesto tale audizione con riferimento alla questione già prospettata innanzi ai giudici di merito dell’esistenza di un conflitto armato il cui perimetro di diffusione si stava allargando dalle regioni del nord del paese ad altre importanti porzioni del territorio nazionale, dovendosi ritenere imprescindibile, sulla base delle allegazioni contenute nel ricorso presentato nella fase di merito del giudizio, accertare l’effettiva area di provenienza del richiedente, per lo meno tramite il necessario interrogatorio di quest’ultimo nella fase giudiziale.

* Per scaricare il decreto crea un account: scopri come


Si ringrazia l’Avv. Michele Pizzi per la segnalazione ed il commento.


Vedi le sentenze