/

Status di rifugiato a giovane somalo appartenente alla Tribù “Shiqaal”

Commissione Territoriale di Salerno, decisione del 2 febbraio 2022

Photo credit: Human Rights Watch

La Commissione Territoriale per il Riconoscimento della Protezione Internazionale di Salerno riconosce lo status di rifugiato a cittadino somalo nato a Mogadiscio e cresciuto ad Hargheisa, nel Somaliland.

Il richiedente, appartenente al clan “Shiqaal”, ha subito isolamento sociale e persecuzioni da parte della famiglia della sua compagna, in ragione della Tribù di appartenenza e la Commissione di Salerno ha riconosciuto l’appartenenza ad un “determinato gruppo sociale”, come da “linee guida n. 2 UNHCR”.

Interessanti sono i richiami, eseguiti dalla Commissione, alle numerose fonti internazionali che sanciscono una persecuzione estremamente diffusa nei confronti delle minoranze etniche in Somalia ed, altrettanto ben motivata, è la valutazione circa l’impossibilità di un’alternativa di rimpatrio interna, operata dall’organo territoriale che statuisce: “date le condizioni oggettive del Paese di origine del richiedente (v. situazione generale di sicurezza e di condizioni di vita EASO – European Asylum Support Office: EASO COI Report: Somalia Actors, July 2021; EUAA – European Union Agency for Asylum (formerly: European Asylum Support Office, EASO): Somalia; Key socio- economic indicators, September 2021 https://www.ecoi.net/en/file/local/2060581/2021_09_EASO_COI_Report_Somalia_Key_socio_economic_indicators.pdf) nonché le condizioni soggettive del medesimo, che possa essere disposta una ricollocazione interna in una zona del Paese che, sebbene più sicura, risponda ai criteri di cui sopra“.

Per questi motivi veniva riconosciuto all’istante il diritto allo “status” di rifugiato ai sensi dell’art. 1 (A) della Convenzione di Ginevra e del relativo protocollo del 1967.

* Per scaricare ldecisione crea un account: scopri come
* Per accedere con le tue credenziali: clicca qui


Si ringrazia l’avv. Armando Maria De Nicola per la segnalazione e il commento.