Per la libertà di movimento, per i diritti di cittadinanza
Photo credit: Alba Domínguez
//

La riscrittura delle frontiere durante la Pandemia: da frontiere geopolitiche a frontiere sanitarie

Tesi di laurea di Lara Michieletto

Papers, una rubrica di Melting Pot per la condivisione di tesi di laurea, ricerche e studi.
Per pubblicare il tuo lavoro consulta la pagina della rubrica e scrivi a collaborazioni@meltingpot.org.


La riscrittura delle frontiere durante la Pandemia: da frontiere geopolitiche a frontiere sanitarie

Tesi di Laurea Magistrale

Corso di Laurea Magistrale in Relazioni Internazionali Comparate

Università Ca’ Foscari di Venezia

di Lara Michieletto (Anno Accademico 2020/21)

* Per scaricare la tesi crea un account: scopri come
* Per accedere con le tue credenziali: clicca qui

Introduzione

La presente ricerca nasce dal desiderio e dalla necessità di esplorare il complesso rapporto dell’Europa contemporanea con le frontiere ed i confini, in un’analisi che vuole porsi a cavallo tra passato e contemporaneità, valutando l’impatto della pandemia da Covid19 sulla percezione di confini e frontiere.

Nel 2020, la pandemia da Covid19 ha sconvolto il mondo intero e ridisegnato, rimodellato e ridato un nuovo significato al concetto stesso di confine e frontiera. Lo spazio Schengen è diventato molto velocemente un nuovo muro invalicabile a marzo 2020, trasformando l’Europa in una fortezza – più di qualunque altro momento nella storia. Un caso raro, in cui un confine politico si trasforma in confine “sanitario” per arginare una pandemia mai vista prima a memoria d’uomo.

Capitolo 1: Si procederà analizzando nel capitolo primo di queste tesi, la terminologia che abitualmente utilizziamo: cos’è un confine? Ed una frontiera? Vedremo brevemente la genesi storica di tali concetti e alcuni significati concettuali dei termini. Verrà esposta anche la metodologia di ricerca scelta.

Capitolo 2: A seguire, nel capitolo secondo, verrà analizzata la genesi delle attuali frontiere dell’Unione Europea, il trattato di Schengen e la sua sospensione in tempo di Pandemia. Parlando di frontiere, analizzerò esempi pratici di comunità multiculturali che abitano in territori Europei di frontiera, quali ad esempio Trieste in Italia, e Nicosia a Cipro. Si vedrà come queste frontiere contemporanee venivano vissute dagli abitanti del luogo, prima della Pandemia, e cosa rappresentavano quali “punti caldi” di passaggio tra la UE ed il resto del mondo, e come la Pandemia da Covid19 ha modificato la quotidianità e la forma delle frontiere.

Capitolo 3: Con il capitolo 3 entriamo nella fase più sperimentale della tesi: leggeremo le interviste fatte direttamente agli abitanti delle comunità di frontiera, e vedremo come la Pandemia da Covid-19 ha cambiato la vita di chi vive la frontiera quotidianamente, quali sono state le misure politiche e sanitarie messe in atto dalla Commissione Europea e da vari governi del mondo. In questo capitolo ci si avvarrà anche dell’essenziale contributo di esperti in materia di Relazioni Internazionali, Immigrazione, Geopolitica e attualità del bacino del Mediterraneo e del Levante, che hanno risposto – tramite interviste condotte dalla scrivente – a diverse domande sull’impatto della Pandemia nei loro paesi. Ma non solo: verranno presi in esame i casi dei migranti lungo la rotta balcanica e dei migranti bloccati nei campi profughi a Cipro ed in Grecia.

Capitolo 4: Il capitolo Quarto continua e completa l’analisi sperimentale, formulando però la teoria conclusiva della presente tesi. Si va focalizzandosi sulle diseguaglianze sociali e lo shock strutturale generato dalla Pandemia, analizzando come le frontiere “sanitarie” e politiche si siano fuse, nel riemergere di nuovi muri e di una concezione ‘neo-ottocentesca’ della frontiera. In particolare evidenzieremo come la comunità dei migranti, dei richiedenti asilo e dei Sans Papièrs, sia stata la più colpita dalla Pandemia, che in questo caso specifico diventa una Sindemia. Nelle conclusioni, si proverà a delineare quali potrebbero essere gli strumenti da mettere in campo da parte dei leader globali per ridurre la forbice delle diseguaglianze e mitigare gli effetti sociali della Pandemia.