Status di Apolide a cittadino srilankese nato in Italia

Corte d'Appello di Napoli, sentenza del 20 giugno 2022

La Corte d’Appello di Napoli – Sezione Persone e Famiglia – ha concesso lo Status di Apolide ad un cittadino srilankese nato in Italia.

Estratto dalla Sentenza: “Orbene, il principio di diritto da applicare è quello indicato dalla sentenza n. 28153/2017 della Suprema Corte di Cassazione che ha dichiarato che lo status di apolide non si riconosce al soggetto che con “mere dichiarazioni di volontà” (vale a dire meri adempimenti di carattere burocratico) potrebbe acquisire facilmente la cittadinanza, ma a colui che debba soggiacere a “condizioni più onerose”, cioè adempimenti di carattere sostanziale.

Ne consegue che devono certamente considerarsi onerosi gli adempimenti richiesti per il riconoscimento della cittadinanza srilankese nelle ipotesi suddette, le uniche astrattamente applicabili al ricorrente. L’appellante non può essere considerato cittadino italiano in quanto non ha acquistato la cittadinanza per naturalizzazione né gli è stato possibile presentare la richiesta di cittadinanza per residenza per le ragioni già dette.

Orbene, per una decisione ancora più in linea con i principi di diritto internazionale (linee guida UNHCR) deve essere dato altresì rilievo al fatto che la valutazione della cittadinanza del richiedente deve essere effettuata al momento in cui si svolge la procedura di riconoscimento ai sensi della Convenzione del 1954. La procedura non analizza dunque lo status civitatis passato o futuro dell’individuo in questione. A nulla rileva, quindi, il fatto che il ricorrente potrebbe comunque in futuro, mediante una complicata trafila, acquisire la cittadinanza dello Sri Lanka.
In conclusione, l’appellante non è cittadino italiano e non è neppure cittadino dello Sri Lanka e per queste ragioni l’appello va accolto
“.

* Per scaricare la sentenza crea un account: scopri come
* Per accedere con le tue credenziali: clicca qui


Si ringrazia l’Avv. Liana Nesta per la segnalazione e il commento.