La protezione speciale come diritto alla “vita privata” in Italia, anche tenendo conto dello sradicamento dal Paese di origine

Tribunale di Perugia, ordinanza n. 582 del 22 luglio 2022

Il Tribunale di Perugia, Sezione Specializzata in materia di Immigrazione e Protezione Internazionale, ha riconosciuto il diritto alla protezione speciale a seguito di diniego di domanda reiterata di asilo da parte di un cittadino nigeriano, prendendo atto che sono evolute ed accresciute le condizioni di vita del richiedente nel territorio italiano. Tale circostanza assume importante rilievo, perché inerente accadimenti diversi e successivi rispetto a quelli che avevano indotto il ricorrente all’espatrio nel 2014 e a fattori che assumono autonoma rilevanza in seguito all’entrata in vigore del D.L. 130/20.

Tali sopravvenienze, documentate, comprovano uno specifico profilo di radicamento del ricorrente sul territorio italiano e costituiscono esempio tipico di quella “vita privata”, il cui diritto deve essere garantito e tutelato, anche tenendo conto del risalente sradicamento dal Paese di origine, abbandonato da molti anni.

* Per scaricare l’ordinanza crea un account: scopri come
* Per accedere con le tue credenziali: clicca qui


Si ringrazia l’Avv. Serena Brachetti del Foro di Perugia per la segnalazione e il commento.


Vedi le sentenze