Per la libertà di movimento, per i diritti di cittadinanza
/

«Limbo – Le vite sospese di chi si fa migrante», il podcast

Episodio 4: Accordo Politecnico-Frontex. E i diritti umani?

Nelle puntate di Limbo, prodotto da Engim con Altreconomia, l’ascoltatore viene accompagnato in quattro luoghi simbolici della città di Torino dove i diritti dei migranti vengono sistematicamente negati. La Questura, il CPR, il confine italo-francese e l’accordo tra Politecnico-Frontex: simbolo di una “fortezza” che riguarda, a suo modo, ogni città italiana.

Episodio 4: Accordo Politecnico-Frontex. E i diritti umani?

È nel luglio del 2021 che le distanze geografiche tra Torino e la Rotta Balcanica, la stessa percorsa da Nur per arrivare dal Pakistan in Europa, si contraggono di colpo. Il Politecnico di Torino sigla un accordo con Frontex, l’Agenzia europea che sorveglia le frontiere esterne dell’Unione europea. Il contratto da quattro milioni di euro, che richiede al Politecnico di produrre cartografie aggiornate per l’Agenzia Frontex, genera dissenso all’interno dell’Ateneo. Frontex è il simbolo di politiche europee di esclusione e rifiuto per chi arriva in Europa fuggendo da conflitti e povertà. Nonostante le proteste, il Politecnico sceglie di proseguire la collaborazione con l’Agenzia. Che cosa racconta questo accordo della città di Torino? Che succede quando il limbo vissuto dagli altri ci riguarda da vicino?

Limbo – Le vite sospese di chi si fa migrante” è un podcast scritto da Silvia Baldetti e Luca Rondi.
È prodotto da Engim Internazionale in collaborazione con Altreconomia nell’ambito di SEMI – Storie, Educazione, Migrazioni e Impegno, finanziato dall’Unione Europea, attraverso la regione Piemonte nel contesto del progetto Mindchangers – Regions and Youth for Planet and People. I contenuti non riflettono necessariamente le posizioni dell’Unione Europea e di chi è intervenuto nel podcast come ospite.

Hanno collaborato Francesca Prandi e Daniela Pizzuto.
Il montaggio è a cura di Border Radio con la collaborazione di Silvia Baldetti.
La sigla è di Federico Sgarzi.