Per la libertà di movimento, per i diritti di cittadinanza

Cittadinanza jure sanguinis a cittadini brasiliani per linea materna

Tribunale di Roma, ordinanza del 5 ottobre 2023

Il Tribunale di Roma ha dichiarato la cittadinanza italiana in capo a cittadini brasiliani, il cui avo era nato in Italia nel 1885 per poi emigrare in Brasile.

La trasmissione della cittadinanza italiana era stata interrotta, secondo l’allora vigente legge 555/1912, a causa di un passaggio generazionale per linea femminile.

La Corte costituzionale, con sent. 30/1983, ha però dichiarato incostituzionale tale norma per violazione degli artt. 3, 29 Cost. .

Il Giudice osserva che “Tale pronuncia ha così ricondotto ai valori costituzionali la previgente disciplina legislativa sullo status civitatis, e consentito la possibilità di acquisto della cittadinanza italiana per linea materna”.

Si ringrazia l’avv. Francesco Di Pietro per la segnalazione e il commento.