Per la libertà di movimento, per i diritti di cittadinanza

Informazioni senza barriere – Il sistema di accoglienza in Italia

Scheda pratica e audio-scheda in italiano, inglese, francese, urdu e arabo

l progetto nasce dall’esigenza di fornire alle persone migranti, e non solo, uno strumento pratico, aggiornato e facilmente accessibile per districarsi nella complessa normativa interna.

Per questo ogni scheda è disponibile in formato testo e audio, in lingua italiana, inglese, francese, urdu e arabo (vedi tutte le schede).

IL SISTEMA DI ACCOGLIENZA IN ITALIA

THE RECEPTION SYSTEM IN ITALY

LE SYSTÈME D’ACCUEIL EN ITALIE

اٹلی میں استقبالیہ نظام

نظام االستقبال في إيطاليا

Radio Melting Pot
Radio Melting Pot
Il sistema di accoglienza in Italia
/
Radio Melting Pot
Radio Melting Pot
The reception system in Italy
/
Radio Melting Pot
Radio Melting Pot
Le système d'accueil en Italie
/
Radio Melting Pot
Radio Melting Pot
اٹلی میں استقبالیہ نظام (urdu)
/
Radio Melting Pot
Radio Melting Pot
نظام االستقبال في إيطاليا (ar)
/

Realizzate da gruppi di lavoro con diverse professionalità sociali e legali, ogni scheda è stata poi vagliata da studenti e insegnanti volontari delle scuole di italiano Libera la parola. Questa doppia lettura ha aiutato a “semplificare” le schede, consapevoli di quanto sia difficile conciliare complessità della materia, costanti modifiche normative e di prassi, con informazioni che siano accessibili a persone con diversi livelli di scolarizzazione.

Hanno partecipato alla redazione delle schede: 

Serena La Marca, Alessandra Pelliccia, Arturo Raffaele Covella, Stefano Bleggi, Nadia Ben Hassan, Paola Coppini, Eleonora Diamanti, Valerio Giuzio, Rosario Marra, Rossella Marvulli, Silvia Misirocchi, Marilena Passeretti, Eleonora Peruzzo, Rossella Nina Iuculano.

Traduzioni a cura di:

Nagi Cheikh Ahmed, Giovanni Marenda, Rachele Melorio, Eleonora Diamanti, Imtiaz Khan.

Editing audio: Pablo Garcia di Radio Sherwood.


Informazioni senza barriere è un progetto di Melting Pot ODV realizzato con il sostegno dei Fondi dell’Otto per Mille della Chiesa Valdese.