Per la libertà di movimento, per i diritti di cittadinanza

Iscrizione obbligatoria del titolare ultra65enne di PdS per motivi familiari: condannata l’AUSSL 5 Polesana per condotta discriminatoria

Tribunale di Rovigo, ordinanza del 10 maggio 2024

Il Tribunale di Rovigo condanna l’AUSSL 5 all’iscrizione obbligatoria del padre extra UE ultra65enne di cittadina italiana, semplicemente titolare di permesso di soggiorno per motivi familiari ex art. 19 comma 2 lett. c) TUI, non fiscalmente a carico.

Il Giudice ha accertato e dichiarato il carattere discriminatorio della condotta tenuta dall’Azienda U.L.S.S.
n. 5 Polesana e dalla Regione del Veneto consistente nell’aver negato ai cittadini extra UE che risiedono in Italia in qualità di genitore ultrasessantacinquenne di cittadino di Stato membro dell’Unione europea o di italiano, l’iscrizione obbligatoria e gratuita al S.S.N. .

Il ricorrente è titolare di permesso di soggiorno per motivi familiari, sicché appare irrilevante ai fini dell’applicabilità dell’art. 34 la circostanza che egli non conviva con la figlia ma vicino alla stessa, insieme al di lei convivente, il quale peraltro – come emerge dalla documentazione allegata al ricorso – si fa carico di tutte le spese domestiche dell’attore”.

Si ringrazia l’Avv. Giovanni Barbariol per la segnalazione. Il caso è stato seguito con l’Avv. Martina Opocher.