logo

Documento a cura del
Progetto Melting Pot Europa
web site: http://www.meltingpot.org

redazione@meltingpot.org

Home » Cittadinanze » Notizie, approfondimenti, interviste e appelli

L’emergenza è finita? Raccontiamola tutta

Forum aperto per raccontare l’esperienza dell’Accoglienza Emergenza Nord Africa

30 novembre 2012

L’emergenza Nord Africa è stata prima spettacolarizzata poi celata, nascosta, affondata. Il Progetto Melting Pot Europa invita tutti coloro che ne sono stati coinvolti a raccontarla, a far emergere testimonianze, sia personali che del territorio, per non disperdere il bagaglio di esperienze che questa vicenda ha rappresentato in ogni realtà e per denunciare ciò che sta avvenedo intorno ad essa.

Il 31 dicembre termina lo stato di emergenza decretato il 12 febbraio 2011 e con esso si conclude il Piano di Accoglienza per i migranti provenienti dalla Libia afferenti alla cosiddetta “Emergenza Nordafrica”.

Secondo il Governo non è stata “tralasciata alcuna iniziativa per garantire alle persone giunte sul nostro territorio percorsi di sostegno sempre orientati al rispetto della dignità e dei diritti fondamentali della persona” (Audizione del Ministro Cancellieri), ma sappiamo che il punto di vista di coloro che sono entrati in contatto con i richiedenti asilo fuggiti dalla Libia ed affidati alla Protezione Civile è molto differente.

Tra l’incertezza sui permessi di soggiorno e quella sulle prospettive di accoglienza dopo il 31 dicembre si consuma così oltre un anno e mezzo di "accoglienza" messa in campo in maniera disomogenea sul territorio nazionale.

E’ una pagina che si vuole chiudere in fretta, tracciando un bilancio positivo suggellato dal rilascio – fuori tempo massimo - dei permessi per motivi umanitari.

Per noi è invece il tempo di dare voce al punto di vista di chi ha conosciuto da vicino l’organizzazione del Piano, dando spazio ai racconti in prima persona su cosa ha rappresentato questo anno e mezzo di “Accoglienza ENA” per i territori, per i richiedenti asilo, per gli operatori del settore, per le associazioni da sempre attive sul terreno dei diritti di cittadinanza, ma anche per i singoli amministratori, che in molte città hanno ad esempio portato avanti la Campagna Diritto di Scelta.

Vi invitiamo a dare il vostro contributo su ciò che è accaduto nella vostra città, sulle difficoltà affrontate, sulle prospettive dei richiedenti asilo, sulle loro condizioni di vita e su quelle di lavoro degli operatori.

Proponiamo una traccia di domande, sono benvenuti commenti, riflessioni e testimonianze anche parziali.

1) Come è stata gestita l’Emergenza Nord Africa nella vostra città? (in quali strutture sono state accolte le persone, sono stati forniti servizi di alfabetizzazione, di inserimento lavorativo, hanno ricevuto i voucher di pocket money ecc)

2) Di cosa si è occupato/a come cooperativa/associazione/singolo volontario/amministratore

3) Quali sono state le difficoltà principali (anche in relazione all’iter di protezione internazionale, all’organizzazione dei tempi, agli esiti delle domande, alle attività durante le giornate)

4) Come è stata la relazione con gli enti locali, con la Questura, con la Protezione Civile, con il soggetto gestore della struttura?

5) Ci sono stati momenti di tensione da parte dei migranti accolti? Come sono stati affrontati? E iniziative di mobilitazione pubblica?

6) Cosa accadrà nella vostra città dopo il 31 dicembre?

7) cosa cambierà nel vostro lavoro dopo il 31 dicembre (se siete operatori delle strutture)

8) Cosa cambierà per i migranti accolti? Resteranno nella vostra città?

9) Cosa ha rappresentato per lei l’Emergenza Nord Africa?

Il Post nel forum può essere anonimo, ma non scordatevi di indicare la città e a che titolo siete stati coinvolti nell’emergenza (come associazione, ente gestore, centro sociale, volontario ecc).