logo

Documento a cura del
Progetto Melting Pot Europa
web site: http://www.meltingpot.org

redazione@meltingpot.org

Home » Archivio legislativo » Guida legislativa

Aumenta il prezzo del nuovo Permesso di Soggiorno Elettronico - PSE 380

3 maggio 2016

Il permesso di soggiorno costa troppo. Lo dicono gli stessi cittadini stranieri, lo ripetono i sindacati e le organizzazioni sociali che conoscono bene la situazione di grave crisi economica e di povertà che colpisce una buona parte dei lavoratori migranti e le loro famiglie. Lo ha ribadito una sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea, denunciando il contributo richiesto dalla normativa italiana come “sproporzionato rispetto alla finalità perseguita dalla direttiva" e "atto a creare un ostacolo all’esercizio dei diritti conferiti da quest’ultima”.
Nonostante questo il decreto ministeriale del 10 Marzo 2016, da pochi giorni pubblicato sulla GU, impone un’ulteriore "tassa" di quasi 3 euro per il rilascio del Permesso di Soggiorno Elettronico. I migranti, in Italia, continuano a rimpinguare le casse dello Stato più di altri, mentre i capitali rimangono al sicuro nei paradisi fiscali.

Il 27 aprile u.s. sulla Gazzetta Ufficiale n° 97 è stato pubblicato il D.M.
10/03/2016
che ha, tra l’altro, determinato il nuovo importo da versare per il rilascio del Permesso di Soggiorno Elettronico (cd. PSE 380).
Pertanto il nuovo prezzo per il rilascio del PSE 380 passa dai precedenti
euro 27,50 agli attuali euro 30,46. E’ rimasto invariato, per il momento, il
contributo previsto dall’art. 1 comma 1 lettere a, b, c del D.M. 06/10/2011 (80, 100 e 200 Euro a seconda della tipologia di permesso di soggiorno richiesto).

Quindi a partire dal 28/04/2016 il costo per i permessi di soggiorno sono i
seguenti:

- 110,46 €: richiedenti permesso di soggiorno da tre mesi fino ad un anno (aumento di 2,96 euro);
- 130,46 €: richiedenti permesso di soggiorno da uno fino a due anni (aumento di 2,96 euro);
- 230,46 €: richiedenti permesso di soggiorno oltre i due anni e dirigenti d’azienda (aumento di 2,96).

Naturalmente a detti costi va sempre aggiunto il corrispettivo per l’assicurata
Euro 30,00 e la marca da bollo euro 16,00.
Nulla è cambiato riguardo alle categorie esenti dal pagamento di detto
contributo.

Per la compilazione delle domande rivolgiti al Patronato Inac
Trova la sede più vicina a te