logo

Documento a cura del
Progetto Melting Pot Europa
web site: http://www.meltingpot.org

redazione@meltingpot.org

Home » Cittadinanze » Notizie, approfondimenti, interviste e appelli

Germania - Decine di rimpatri annullati dai piloti in Renania Settentrionale/Vestfalia

Matthias Korfmann, WAZ - 4 dicembre 2017

7 dicembre 2017

- Düsseldorf. I piloti continuano a rifiutarsi di trasportare richiedenti asilo. Nei primi nove mesi dell’anno sono stati annullati 40 rimpatri solo a Düsseldorf.
- In tutta la Germania, nello stesso periodo, sono stati 222 i casi in cui i piloti si sono rifiutati di eseguire il rimpatrio.

- Link all’articolo originale (DEU)

Tra il 1 gennaio e il 30 settembre 2017 sono stati bloccati 40 rimpatri all’aeroporto di Düsseldorf perché i piloti si sono rifiutati di trasportare questi passeggeri. Secondo la risposta del governo a un’interrogazione parlamentare della Linke, i casi all’aeroporto di Colonia/Bonn sono stati tre, 222 in tutta la Germania.

3785 rimpatri a Düsseldorf

85 i casi di rifiuto da parte della Lufthansa e della sussidiaria Eurowings. In questo periodo sono stati annullati nove rimpatri all’aeroporto di Colonia/Bonn a causa della resistenza opposta dalle vittime, due a quello di Düsseldorf, ben 143 a quello di Francoforte sul Meno. Tra gennaio e settembre sono stati registrati dalle autorità 3785 rimpatri a Düsseldorf, a Colonia/Bonn 174.

La decisione finale di non far viaggiare un passeggero spetta al pilota e ogni caso viene valutato singolarmente”, spiega il portavoce della Lufthansa Michael Lamberty.

Se il pilota ha l’impressione che la sicurezza del richiedente asilo possa essere pregiudicata, ha il dovere di annullare il trasporto del passeggero.

I piloti possono annullare il rimpatrio per motivi di sicurezza

I piloti della Lufthansa entrano personalmente in contatto con i passeggeri da rimpatriare prima dell’imbarco. In teoria non ci sarebbe nessun tipo di problema con questo tipo di passeggeri. “Sono in possesso di un biglietto valido e naturalmente vengono trattati come normali passeggeri. La polizia lascia l’aereo prima della partenza, non li accompagna durante il viaggio”, dichiara il portavoce.

Lamberty: “Se il personale di sicurezza viene precedentemente informato di una situazione che potrebbe degenerare, questa decisione può essere presa anche prima”.

Nella Renania settentrionale/Vestfalia vivevano, a fine settembre, circa 72.000 richiedenti asilo destinati ad un rimpatrio, 230.000 in tutta la Germania.