logo

Documento a cura del
Progetto Melting Pot Europa
web site: http://www.meltingpot.org

redazione@meltingpot.org

Home » Archivio legislativo » Giurisprudenza italiana

Gambia. L’omosessualità è ancora reato punito peraltro con pene gravissime

Corte di Appello di Bologna, sentenza del 22 Gennaio 2018

23 febbraio 2018

Si ringrazia per la segnalazione ed il commento l’avv. Avv. Nicola Laghi.

Fai una donazione al Progetto Melting Pot!

Afferma in sintesi la Corte d’appello di Bologna che in Gambia, nonostante il cambiamento di presidente, l’omosessualità è ancora reato punito peraltro con pene gravissime.
Il richiedente asilo che afferma di essere omosessuale (e che è ritenuto credibile) ha diritto pertanto allo status di rifugiato poiché "una pena detentiva che sanzioni taluni atti omosessuali e che effettivamente trovi applicazione nel paese di origine (...) deve essere considerata una sanzione sproporzionata o discriminatoria e costituisce pertanto un atto di persecuzione".

- Scarica l’ordinanza

PDF - 1.5 Mb
Corte di Appello di Bologna, sentenza del 22 Gennaio 2018