logo

Documento a cura del
Progetto Melting Pot Europa
web site: http://www.meltingpot.org

redazione@meltingpot.org

Home » Archivio legislativo » Giurisprudenza italiana

Protezione umanitaria al richiedente asilo affetto da Tbc disseminata: in Gambia non riceverebbe cure adeguate

Tribunale di Bari, ordinanza del 30 novembre 2018

18 dicembre 2018

Si ringrazia l’avv. Mariagrazia Stigliano per la segnalazione.

Fai una donazione al Progetto Melting Pot!

Il tribunale di Bari, sezione specializzata, riconosce la protezione umanitaria a un giovane gambiano affetto da tubercolosi disseminata detta anche miliare, ovvero una grave forma di tubercolosi (con elevato tasso di mortalità, circa il 20%) che provoca gravi problemi di deambulazione e necessità di cure e controlli continuativi.

Il Giudice ha considerato che il rimpatrio del richiedente asilo nel paese di origine lo metterebbe a rischio irrimediabilmente a causa di un carente, se non assente, sistema di assistenza sanitaria specialistico.

Il conseguimento di un permesso di soggiorno ai sensi dell’art. 5, comma 6, del D.Lgs. n. 286/98 può trovare applicazione ai procedimenti pendenti alla data di entrata in vigore del Decreto-Legge 4 ottobre 2018, n. 113 (c.d. Decreto Salvini) non solo nella fase amministrativa (ossia nell’ambito dell’iter di primo esame della domanda avanzata dallo straniero da parte delle competenti Commissioni Territoriali) ma anche nella fase giurisdizionale.

- Scarica l’ordinanza

PDF - 2.5 Mb
Tribunale di Bari, ordinanza del 30 novembre 2018