logo

Documento a cura del
Progetto Melting Pot Europa
web site: http://www.meltingpot.org

redazione@meltingpot.org

Home » Archivio legislativo » Giurisprudenza italiana

La questura di Napoli ha di fatto reso impossibile richiedere asilo: il Tribunale ordina di ricevere e formalizzare l’istanza di protezione internazionale entro 6 giorni

Tribunale di Napoli, ordinanza del 29 aprile 2019

8 maggio 2019

Si ringrazia l’Avv.ta Liana Nesta per la segnalazione. Il commento è della Dr.ssa Michela Tuozzo.

Assegna il tuo 5‰ al Progetto Melting Pot!

Il Tribunale di Napoli ha accolto il ricorso presentato in via d’urgenza ex art. 700 c.p.c. ordinando alla Questura di Napoli, Ufficio Immigrazione di ricevere la domanda di protezione internazionale del ricorrente entro 6 giorni dalla comunicazione dell’ordinanza.

Il Tribunale ha accertato il comportamento contra legem della Questura di Napoli, che con la sua procedura di inoltro telematico delle domande che può avvenire un solo giorno a settimana, ha di fatto reso impossibile l’esercizio di un diritto soggettivo. Tale prassi illegittima viola altresì la direttiva n. 2013/32/UE che impone alle autorità nazionali di ricevere la domanda di protezione internazionale nel più breve tempo possibile ed entro un termine massimo di sei giorni.

La Questura è tenuta infatti unicamente a ricevere la domanda che gli viene inoltrata e a non frapporsi all’esercizio di tale diritto né tantomeno a svolgere valutazioni sul merito (l’unico organo competente è infatti la sola Commissione Territoriale). I ritardi della Pubblica Amministrazione espongono a chi ne voglia fare richiesta a molteplici e concreti rischi, in primis a quello dell’espulsione o del rimpatrio.

- Scarica l’ordinanza

PDF - 108.8 Kb
Tribunale di Napoli, ordinanza del 29 aprile 2019